Cronaca

Il sindaco di Grado chiede la zona arancione: "Contagi fuori controllo"

Il primo cittadino Raugna si rivolge al Governatore Fedriga per chiedere limitazioni agli spostamenti: "C'è stata smania di riaprire, prioritario salvare stagione estiva". Definiti "poco chiari" i dati ufficiali. Attese nel weekend 20mila persone

Zona arancione a Grado: è quanto richiesto dal dal sindaco di Grado, Dario Raugna, al governatore Fedriga. Lo ha comunicato lo stesso sindaco in una conferenza stampa nella giornata di ieri: una limitazione agli spostamenti nel suo comune, valida per i prossimi due weekend, per riuscire a far chiarezza sulla locale situazione epidemiologica, anche per la sicurezza dei turisti. "Dall’inizio della seconda ondata - ha dichiarato il sindaco -, non abbiamo mai ottenuto dati chiari. I numeri sui contagi li attingiamo da tre fonti, ognuna delle quali fornisce dati differenti”. In particolare, SanitaFvg ha comunicato che sarebbero 93 le persone in quarantena (persone sane venute a contatto con positivi, mentre l'isolamento riguarda le persone infettate dal virus) , ma secondo il primo cittadino i numeri sarebbero più preoccupanti.

Il sindaco ha difficoltà a credere che i dati forniti dall’Asugi (32 contagiati) siano fedeli alla realtà: “Solo io ne conosco una trentina sull’isola - ha commentato -, per cui o li conosco tutti o c’è qualcosa che non torna”. Preoccupante la situazione nel fine settimana, quando sono attese circa 20mila persone da tutta la regione. Secondo il sindaco “C’è stata una smania di riaprire, ho chiesto alla Regione dei provvedimenti per arrivare nel migliore dei modi alla stagione estiva”. 

Covid in Fvg: oltre 400 nuovi casi, aumentano i ricoveri ma stabili le terapie intensive

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Grado chiede la zona arancione: "Contagi fuori controllo"

TriestePrima è in caricamento