Gita in bosco a Opicina, spunta una granata della Grande guerra

L'episodio è avvenuto ieri 20 settembre in un bosco non distante dal camping Obelisco. Sul posto gli artificieri e i carabinieri

Per ricostruire il tragitto della granata calibro 37 ritrovata ieri 20 settembre da un escursionista in un bosco a Opicina si dovrebbero analizzare i movimenti delle truppe austroungariche sul Carso durante la Grande guerra oppure provare ad immaginare che il pezzo d'artiglieria sia stato sparato negli ultimi mesi del 1945.

A ritrovare parte di un proietto (secondo gli artificieri della Polizia di Stato risalente alla Prima guerra mondiale) è stato un camminatore della domenica che poco distante dal Camping Obelisco si è imbattutto in una munizione del più celebre Infanteriegeschutz M. 15, uno dei cannoni utilizzati dalle truppe asburgiche ed "in servizio" presso l'esercito italiano anche durante l'ultima guerra. L’area è stata messa in sicurezza da militari dell’Arma dei Carabinieri fino all’arrivo degli artificieri, che hanno provveduto alla rimozione dell’ordigno. La granata risultava in cattivo stato di conservazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Covid, Fedriga: "Rt in calo, possibile ritorno in zona gialla dalla prossima settimana"

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento