Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Sabato grande distribuzione in sciopero: in Fvg coinvolti 15 mila lavoratori

Indetta anche una manifestazione regionale a Udine. Oggi volantinaggi nei centri commerciali

Oggi, venerdì 27 maggio,  volantinaggi in tutti i principali centri commerciali della regione, sabato 28 maggio lo sciopero di un’intera giornata, proclamato da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil a sostegno del rinnovo del contratto, il terzo dopo quelli del 7 novembre e del 19 dicembre 2015. I lavoratori della grande distribuzione, oltre 15mila in regione, si fermeranno un’altra volta: dietro a questa nuova mobilitazione la rottura consumatasi il 13 aprile scorso al tavolo con Federdistribuzione, l’associazione che raggruppa i grandi gruppi del settore, come Carrefour, Despar, Iper, Bennet, Auchan, Pam-Panorama, Coin, Leroy Merlin, Ikea, Metro, Decathlon, Conforama, Limoni, Zara e molti altri (diversamente dai due scioperi di fine 2015, questo non riguarda i gruppi della distribuzione cooperativa).

Molto marcate le distanze tra domanda e offerta sul fronte salariale. L’ultima proposta di Federdistribuzione, dopo 28 mesi dall’avvio delle trattative e 18 dalla scadenza del precedente contratto, prevede infatti una massa totale di aumenti pari a 1.831 euro nel triennio 2016-2018, contro i 3.000 del contratto Confcommercio, siglato già a marzo 2015. Contratto che ha già portato un aumento salariale medio di 30 euro, 45 con lo scatto del 1° giugno prossimo, contro i 15 euro mensili di scatto che Federdistribuzione erogherà unilateralmente sempre dal 1° giugno. Posizioni molto distanti anche sulla parte normativa, dal momento che Federdistribuzione punta a introdurre articoli che consentano alle aziende deroghe unilaterali al contratto, anche in assenza di accordi con la rappresentanze sindacali, in un settore già molto toccato dalla deregulation delle aperture e dal moltiplicarsi dei contratti atipici.

Lo sciopero, proclamato per l’intera giornata, sarà accompagnato da una manifestazione regionale di protesta che si terrà al Cittafiera di Udine (Torreano di Martignacco) dalle 10.30 alle 13. Una protesta preceduta, come detto, dai volantinaggi di oggi, rivolti anche alla clientela, invitata a boicottare la spesa negli esercizi toccati dallo sciopero, in segno di solidarietà con i lavoratori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabato grande distribuzione in sciopero: in Fvg coinvolti 15 mila lavoratori

TriestePrima è in caricamento