Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Grande Guerra: restaurato il monumento ai Caduti

La presidente della Regione, Debora Serracchiani: «Questo richiamo alla memoria ci dia riconoscenza, sobrietà ma anche coraggio nel guardare agli affanni del presente»

È stato inaugurato oggi a Trieste, nella sede del Museo de Enriquez (ex caserma Duca delle Puglie), il monumento ai Caduti restaurato a cura dell'Associazione nazionale artiglieri d'Italia. Nell'occasione, la presidente della Regione Debora Serracchiani ha inviato un messaggio in cui ha espresso «felicitazioni ed emozione personale» per il recupero dell'opera che «rappresenta un baluardo del doveroso ricordo di chi sacrificò il bene più prezioso - la vita - per servire la Patria».

Serracchiani ha ricordato l'azione della Regione che, nel solco delle iniziative per il centenario della Grande Guerra, si è impegnata a promuovere l'Albo d'Oro, per offrire l'opportunità alle famiglie di ritrovare nell'Albo il nome del proprio congiunto e di conservarne il ricordo attraverso una medaglia commemorativa. «Ciò perché - ha riflettuto la presidente della Regione - chi è caduto mai sia un numero, ma un uomo con un nome e un cognome, e una storia familiare che per quella morte visse una tragedia, carica certo della gloria che tributa il servizio estremo del proprio Paese, ma pur sempre tragedia, nella più vasta ecatombe della Grande Guerra».

Riferendosi alle medaglie e al monumento oggi restaurato nel luogo che fu della caserma Duca delle Puglie, «questo richiamo alla memoria - ha concluso Serracchiani - ci dia riconoscenza, sobrietà ma anche coraggio nel guardare agli affanni del presente, sapendo che in passato ci fu chi infinitamente più di noi dovette patire, e che il dovere a cui siamo chiamati ogni giorno nelle mutate circostanze della storia, ognuno nel suo campo e con le proprie responsabilità, è di costruire ovunque le condizioni per una pace diffusa e irreversibile, per una vita più equa e giusta».

Alla cerimonia, che si iscrive nell'ambito delle celebrazioni nel centenario della Grande Guerra, accanto al presidente dell'Associazione Nazionale Artiglieri d'Italia, sezione di Trieste, generale Claudio Tommasi, erano presenti, tra gli altri, il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, il generale Bruno Morace, comandante del Comando Militare Esercito FVG, il consigliere regionale Emiliano Edera, l'assessore comunale Luisa Polli.

Una Santa Messa è stata officiata dall'arcivescovo di Trieste Giampaolo Crepaldi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande Guerra: restaurato il monumento ai Caduti

TriestePrima è in caricamento