menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aperitivo di pesce, la granzievola alla triestina

Molto amata, questa ricetta si rifà alla tradizione istriana. Caratteristica principale è il sapore dell'intingolo che dipende dal gusto dolciastro del crostaceo

La granseola è un granchio tipico delle coste italiane. Crostaceo saporito e prelibato, se preparato alla triestina è uno stuzzichino semplice ma gustoso e ricco di sapore.

Ingredienti

1/2cipolla
succo di limone
scorza grattugiata
100 g di pane grattugiato
30 g di burro
2 cl d'olio d'oliva
1 ciuffo di prezzemolo 
1 granseola o 500 grammi di polpa di granchio

In abbondante acqua bollente cuocere la granseola per una decina di minuti, quindi scolarla e lasciarla raffreddare. Staccare dunque le chele e aprirle con uno schiaccianoci per estrarre tutta la polpa e conservarla in una ciotola. Aiutandosi con un coltello e un paio di forbici aprire il guscio della granseola nella parte inferiore, asportare la polpa interna al guscio e, dopo averla mescolata con quella delle chele, sminuzzare il tutto.

Tritare quindi la cipolla e farla soffriggere nel burro con il pangrattato, il prezzemolo e il giallo della granseola. Togliere dal fuoco e unirvi il succo e la buccia grattugiata del limone, l’olio e la polpa della granseola sminuzzata. Mescolare tutto insieme per amalgamere bene tutti gli ingredienti. Una volta pronto, preparare dei crostini di pane caldo e spalmarvi la granzievola oppure servire nel guschio stesso, dopo averlo risciaquato e pulito.

Non resta che augurare buon appetito!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento