menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grazie a un Tassista e alla Polizia, Sventato Furto ai Danni di una Anziana

Nella tarda mattinata di ieri, nel rione di San Vito,  grazie  alla segnalazione di un tassista, è stato sventato il furto ai danni di una donna anziana. Personale della Squadra Volante e della Squadra Mobile della Questura è intervenuto su...

Nella tarda mattinata di ieri, nel rione di San Vito, grazie alla segnalazione di un tassista, è stato sventato il furto ai danni di una donna anziana.
Personale della Squadra Volante e della Squadra Mobile della Questura è intervenuto su segnalazione dello stesso che aveva informato il 113 che, mentre era in attesa di alcune clienti in piazza Hortis, la sua attenzione era stata richiamata da due zingare.

Queste provenivano con passo frettoloso da via Torino e salivano frettolosamente a bordo di una vettura straniera che si allontanava ad alta velocità in direzione via Emanuele Filiberto.
Immediatamente tale nota veniva diramata a tutti gli equipaggi e alle cooperative radiotaxi operanti sul territorio al fine di rintracciare il mezzo.
Successivamente un altro tassista segnalava al 113 che la vettura in questione si trovava in largo Canal.

Personale della Squadra Mobile rintracciava l'autovettura e si appostava, notando che il motore del veicolo era acceso e pronto a partire con due uomini a bordo e le due nomadi segnalate.
Queste erano in compagnia di una anziana e di li a pochi minuti le nomadi risalivano sulla vettura per ripartire a velocità sostenuta.
A quel punto il personale della Squadra Mobile con l'ausilio della Squadra Volante si mettevano all'inseguimento dei sospettati per bloccarli in via Navali.
Le persone venivano accompagnate in Questura per la loro identificazione. Si tratta di quattro cittadini rumeni, già noti alle forze dell'ordine: C.M, nata nel 1980, M.C nata nel 1965, B.O nato nel 1991 e C.U nato nel 1977.
Nel frattempo alcuni operatori si recavano presso l'abitazione dell'anziana e apprendevano che già nella mattinata era stata avvicinata un paio di volte dalle due nomadi, che avevano cercato di aprirle la borsetta.
Successivamente, mentre la signora rientrava a casa, l'hanno nuovamente avvicinata e con la scusa di volerle regalare alcuni monili le hanno toccato il collo e hanno cercato di metterla in uno stato di confusione.
L'anziana è riuscita ad allontanarsi e le due nomadi hanno desistito dall'importunarla.
Una volta ricostruita la dinamica dei fatti, per il reato di tentato furto aggravato in concorso, i due uomini sono stati denunciati in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria, mentre le due donne sono state arrestate e accompagnate presso la locale Casa circondariale.
Giova sottolineare l'importante ruolo avuto dal tassista, esempio di collaborazione con la Polizia di Stato, che si inserisce in un'ottica di una sicurezza partecipata che viene valorizzata grazie a un'intensa attività di prossimità.. Infatti, a seguito di pregressi rapporti con il personale in servizio presso il radiotaxi, veniva richiesto di segnalare le persone sospette o nomadi in giro per la città in relazione al fenomeno estivo dei furti o raggiri in abitazione e raggiri a persone anziane. A tal proposito perveniva al 113 una segnalazione di persone nomadi che stazionavano nei pressi della sopra citata piazza.
Nei prossimi giorni il Questore Giuseppe Padulano incontrerà il tassista che, grazie alla sua telefonata al 113, ha fornito i primi importanti elementi per dar vita a questo intervento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento