rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

No vax e si contagia, guarisce e ottiene il green pass: i casi in Fvg sono quasi 7000

L'abbiamo chiamato il paradosso no vax, quello che coinvolge i corregionali che senza vaccino e, nella maggior parte dei casi contrari alla certificazione verde, l'hanno ottenuta proprio grazie all'infezione (e che potrebbero perderla se decidessero di non vaccinarsi nei successi sei mesi alla guarigione)

L’abbiamo chiamato il paradosso no vax e coinvolge quelle migliaia di contrari al vaccino e dissidenti del green pass che dopo essere guariti dal contagio si sono visti “regalare” la certificazione verde proprio grazie al virus. Un fenomeno che da inizio mese in Friuli Venezia Giulia ha interessato poco meno di 7000 persone e che va letto soprattutto alla luce delle nuove restrizioni che Roma ha deciso di calare nei confronti di chi non si vuole sottoporre a vaccinazione. L’intesa tra l’esecutivo e le Regioni ha portato a nuovi limiti e al decreto che entrerà in vigore il prossimo 6 dicembre. Il tampone, infatti, sarà sufficiente solo per recarsi sul posto di lavoro, mentre non basterà più per recarsi al ristorante, nelle palestre, nei bar, nei luoghi di cultura, negli stadi e nelle discoteche. 

I totalmente guariti nel mese di novembre in Friuli Venezia Giulia, stando ai numeri ufficiali della task force guidata dal professor Fabio Barbone, parlano fino ad oggi di 6617 persone. Le informazioni raccolte da TriestePrima grazie ai vertici della struttura, scattano una fotografia che racconta una proiezione necessaria per capire cosa sta succedendo adesso e cosa potrbbe succedere tra qualche mese. Nel mese di novembre (fino ad oggi 26 novembre) i nuovi casi sono stati quasi 12 mila, con una percentuale approssimativa di vaccinati che si attesta di poco superiore al 40 per cento. Il restante 57 per cento è invece la parte di corregionali che invece non si è vaccinata ed andava avanti, nel migliore dei casi, a tamponi ogni due giorni. Ora, proprio per effetto dell’infezione, poco meno di 7000 persone riceveranno il green pass, in un risultato del tutto paradossale.  

C’è un altro potenziale problema che pesa sul futuro della campagna vaccinale. Il super green pass durerà sei mesi dalla guarigione e per questo motivo, se chi usufruisce della certificazione verde post guarigione non dovesse vaccinarsi entro il semestre successivo, ecco che quelle persone andrebbero a perderlo, ritornando in una condizione personale pre-contagio. Un paradosso che racconta ancora una volta la gestione dell'emergenza sanitaria come una matassa difficile da sbrogliare ma che è realtà e che aggiunge un ulteriore elemento di analisi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No vax e si contagia, guarisce e ottiene il green pass: i casi in Fvg sono quasi 7000

TriestePrima è in caricamento