rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Il prefetto Valenti: "Liberi di non vaccinarvi ma lasciate vivere gli altri"

Il Commissario di Governo per il Friuli Venezia Giulia domani incontrerà gli altri prefetti e i sindaci dei capoluoghi di provincia. Si punta a far passare il messaggio che nella nostra regione non c'è spazio per i cortei che non rispettano le norme anti contagio

"Siete liberi di non vaccinarvi ma lasciate vivere gli altri". Il prefetto di Trieste e Commissario di Governo per il Friuli Venezia Giulia ha chiuso con queste parole il suo intervento in occasione dell'annuncio dell'ordinanza sindacale con cui, oltre alle pesanti sanzioni per gli organizzatori no green pass che non faranno rispettare le norme anti contagio, fino al 31 dicembre piazza Unità d'Italia verrà vietata alle manifestazioni. "C'è una chiara evidenza che l'andamento del contagio è strettamente correlato ai cortei, quindi è doveroso continuare a sostenere la prevenzione anche attraverso un'azione amministrativa". Nonostante la capitale del contagio rimanga Trieste, il prefetto ha annunciato che nella giornata di domani vi sarà un incontro tra i prefetti e i sindaci degli altri capoluoghi di provincia, così da mettere in campo "un'azione a respiro regionale". 

Piazza Unità off limits, in arrivo l'ordinanza

L'alleanza istituzionale prodotta nella giornata di oggi punta a mettere in guardia le manifestazioni anti green pass che al loro interno ospitano grandi percentuali di no vax. Solo a Trieste, secondo la dottoressa Gianna Zamaro, sarebbero circa 70 mila le persone non vaccinate. "Tra il diritto a manifestare e quello alla salute prevale l'interesse sul secondo, bene primario. Tuttavia, non va represso il diritto ma bisogna comprimerlo, condizionarlo e limitarlo sulla base di queste evidenze scientifiche. E' un'operazione difficile". Valenti ha poi annunciato che "in queste ore stiamo mettendo assieme tutte le migliori intelligenze e competenze per individuare, attraverso l'ordinanza sindacale, sanzioni particolarmente gravose per gli organizzatori di cortei e manifestzioni che non rispetteranno le misure anti contagio. Il diritto a manifestare va temporaneamente compresso, visto che piazza Unità non può più essere teatro di ulteriori manifestazioni". In relazione alla tolleranza dimostrata nei confronti dei manifestanti in queste ultime settimane, il prefetto ha risposto che "diverse persone sono state segnalate per quanto riguarda le questioni penali". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto Valenti: "Liberi di non vaccinarvi ma lasciate vivere gli altri"

TriestePrima è in caricamento