Multati il primo maggio, gli anarchici: "Omaggio ai fuochisti uccisi nel 1902, nessun sit-in"

Questa mattina il gruppo Germinal ha inviato una nota alla stampa con l'intenzione di puntualizzare quello che viene definito "grave e immotivato episodio"

foto tratta da germinalts.noblogs.org

"In una giornata che ha visto vari atti di repressione poliziesca in giro per la città, tra cui quelli a San Giacomo, segnaliamo il grave e immotivato episodio avvenuto la mattina del 1 maggio in piazza della Borsa. Polizia e Digos hanno fermato, trattenuto per oltre un’ora e infine multato cinque compagni e compagne del nostro gruppo. Sono accusati di aver promosso un sit-in in violazione dei decreti anti-coronavirus". A parlare è il gruppo anarchico Germinal di Trieste che, attraverso una nota inviata alla stampa, ha voluto precisare quanto avvenuto a due passi da piazza Unità (ma non solo) due giorni fa. 

Nessun assembramento

Secondo il Germinal, "durante una passeggiata due compagni (tenendo le distanze di sicurezza e con tutti i dispositivi sanitari richiesti) volevano brevemente omaggiare i lavoratori uccisi durante il primo sciopero generale di Trieste del 1902 con l'apposizione di un cartello, l'intenzione di fotografarlo e andarsene senza coinvolgere altre persone. Altre/i si sono fermate/i momentaneamente per apporre dei fiori e, a distanza di alcuni metri, fotografare a loro volta". Non ci sarebbe stato quindi "nessun assembramento, nessun volantinaggio, nessuna intenzione di permanere a fare un sit-in". 

La presenza in molte zone della città

La poizia è quindi intervenuta poco dopo, creando, secondo gli anarchici "l'assembramento". Gli agenti avrebbero reso "statica e prolungata la situazione, fermandoli/le in piazza con diverse automobili e una decina di agenti". Il Germinal ha inoltre voluto precisare la sua presenza "in giro per la città" in virtù di una serie "di attività sparse". Altri compagni e compagne hanno diffuso il nuovo numero di “Germinal” (come precisato anche dal professore Claudio Venza in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook), apposto cartelli e striscioni, passeggiato con addosso scritte di denuncia contro le spese militari e affinché la crisi economica in corso venga pagata dai ricchi e non dai ceti popolari". 

"Non ci silenzierete" 

Il gruppo anarchico conclude ribadendo "che tutte le iniziative sono state effettuate in sicurezza per noi e per il resto delle persone che transitavano in quanto riteniamo la salute e il benessere di tutte e tutti un bene essenziale a differenza delle istituzioni". Infine dichiarano "di non essere disposte/i a farci silenziare: continueremo a lottare per difendere la libertà di espressione che ognuna/o ha e deve continuare ad avere oggi ed in futuro e per migliorare le condizioni di vita e di lavoro per tutte e tutti, denunciando le iniquità di questo sistema". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento