Crisi Principe, concordato o cessione: futuro incerto per i 500 dipendenti

Concordato in continuità (che non prevede necessariamente la cessazione della produzione) o cessione (parziale o totale) delle attività: domani la decisione

Concordato in continuità (che non prevede necessariamente la cessazione della produzione) o cessione (parziale o totale) delle attività di sei stabilimenti sparsi tra Friuli Venezia Giulia, Veneto e Emilia. Come dichiarato dall'Ansa, la decisione spetterà domani allo staff di professionisti reclutato dai coniugi Mario e Sonia Dukcevich.

Lo scorso 28 dicembre, i soci di maggioranza del Gruppo Kipre avevano pubblicato un comunicato sul quotidiano Il Sole 24 ore sulla difficile situazione dell'azienda.

Sono 500 circa i dipendenti che dovranno ancora attendere per capire quale sarà la loro sorte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Gang del "Kalashnikov", la Polizia Locale incastra "Kappa"

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Giovanni Gargiulo è Mister Trieste 2019

Torna su
TriestePrima è in caricamento