Fermati al confine con due orologi rubati dalla "Pantera Rosa": valore 70.000 euro

17.28 - Parte del bottino di una violenta rapina in una gioielleria in Belgio: valore complessivo di oltre 800.000 euro

Nell’ambito dei controlli di retro valico, una pattuglia della Guardia di Finanza della Tenenza di Muggia ha sequestrato 2 orologi in oro 18 carati della nota griffe “Chopard”, abilmente occultati all’interno dell’abitacolo di una vettura di grossa cilindrata.

Le modalità atipiche del trasporto degli orologi in oro, riportanti ancora le etichette per la vendita e privi di documentazione, hanno immediatamente insospettito i militari operanti che si sono subito attivati presso la società referente in Italia del brand accertando la provenienza illecita dei due preziosi, il cui valore commerciale è stato stimato per circa 70.000 euro.

Nell’immediato, è stato possibile riscontrarne la provenienza grazie ai numeri seriali impressi sui due modelli di orologio, dato questo che ha permesso di risalire al luogo del furto avvenuto all’estero e di contattare così la competente Forza di polizia acquisendo tutte le ulteriori notizie di interesse investigativo utili a meglio contornare i fatti. Nello specifico, si è appurato che gli orologi erano parte del bottino di una violenta rapina in una gioielleria della regione fiamminga del Belgio, dove due malviventi dell’Est europeo hanno rubato vari oggetti preziosi per un valore di oltre 800.000 euro, facendo perdere le loro tracce.

Attraverso i consueti canali di cooperazione internazionale dell’Interpol, sono stati avviati contatti formali con la Polizia federale di Hasselt (Belgio): il reciproco scambio di notizie ed informazioni ha permesso il riconoscimento ufficiale degli oggetti rubati da parte del gestore della gioielleria Chopard. Gli autori della rapina farebbero parte della nota organizzazione criminale di provenienza balcanica denominata “Pink Panther” che già svariate volte è balzata agli “onori” della cronaca per aver messo a segno “colpi” nelle gioiellerie di mezzo mondo.

Al termine delle attività investigative è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di ricettazione a carico del soggetto trovato in possesso della refurtiva, il cui eventuale coinvolgimento nella rapina ai danni della gioielleria belga è ancora al vaglio degli investigatori del Paese estero; gli orologi, invece, concluse le formalità di rito, sono stati restituiti al legittimo proprietario.

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Malore fatale per un operaio nel cantiere di via San Michele

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

Torna su
TriestePrima è in caricamento