Cronaca

Guardia di finanza, sede all'estero per evadere 9 milioni di euro: amministratore triestino indagato dalla Finanza

Le fiamme gialle triestine individuano circa 9 milioni di ricavi non dichiarati e quasi 2 milioni di euro di iva sottratti al fisco da una società fittiziamente localizzata all'estero.

La Guardia di Finanza di Trieste ha individuato un ulteriore caso di evasione fiscale, perpetrato su scala internazionale, rilevando il coinvolgimento di una società estera attiva nel commercio di prodotti elettronici e di alta fedeltà che, pur risultando formalmente localizzata oltre i confini dello Stato, in realtà, operava in Italia sotto la direzione di un imprenditore nazionale.

Lo stratagemma contabile scoperto dai militari del I Gruppo Trieste è riconducibile, in sostanza, al c.d. fenomeno dell’ “esterovestizione societaria”, consistente nella fissazione - solo cartolare - della sede aziendale all’estero al fine di beneficiare di una tassazione di vantaggio. Al riguardo, il “risparmio” derivante dai minori oneri fiscali permette, di fatto, di offrire prezzi economicamente più vantaggiosi, in piena lesione dei principi di libera concorrenza del mercato, a totale discapito degli altri soggetti economici che operano nel rispetto delle regole.

La Guardia di Finanza continua ad operare con impegno per contrastare il preoccupante fenomeno dell’evasione fiscale internazionale. Per tali ragioni è stato avviato un monitoraggio sistematico finalizzato ad individuare indici di rischio in grado di orientare relativi controlli con lo scopo di evidenziare il fenomeno evasivo realizzato mediante “esterovestizione”.

Le Fiamme Gialle, dopo una minuziosa attività di indagine, sviluppata anche mediante accertamenti bancari condotti sui conti correnti intestati a società compiacenti, hanno ricostruito l’insieme dei ricavi e dei costi delle attività imprenditoriali, complessivamente pari a circa 9 milioni di euro con un un’I.V.A. evasa pari a circa 2 milioni. Al termine delle attività, l’amministratore triestino dell’impresa è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Trieste per il reato di omessa presentazione della dichiarazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di finanza, sede all'estero per evadere 9 milioni di euro: amministratore triestino indagato dalla Finanza

TriestePrima è in caricamento