Non emette scontrini, ristorante chiuso dalla Guardia di Finanza

Il locale commerciale resterà chiuso per tre giorni. Negli ultimi due anni, sono 30 i provvedimenti adottati dalla Guardia di Finanza di Trieste, in stratta collaborazione con le banche dati del Fisco

foto di repertorio

I finanzieri del Comando provinciale di Trieste, nell'ambito del contrasto all'evasione fiscale, hanno di recente provveduto alla chiusura di un esercizio commerciale per le ripetute violazioni dell'obbligo di emissione dello scontrino. Si tratta di un ristorante del centro, che per tre giorni non potrà aprire il locale.

La normativa in vigore dal 1997 prevede la sanzione accessoria della sospensione dell'attività nel caso in cui l'esercizio commerciale, in un periodo di 5 anni, ometta per quattro volte l'emissione dello scontrino fiscale: se l'omissione si ripete le Fiamme Gialle inviano una segnalazione all'Agenzia delle Entrate che emette un apposito provvedimento (che può arrivare fino a un mese).

Negli ultimi due anni, sono 30 i provvedimenti adottati dalla Guardia di Finanza di Trieste, in stratta collaborazione con le banche dati del Fisco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

Torna su
TriestePrima è in caricamento