Una nuova vedetta costiera nella flotta navale della Guardia di Finanza

La nuova piattaforma, equipaggiata con quattro militari, ha una lunghezza f.t. di circa 16 metri (52 piedi), un dislocamento a pieno carico di 20 tonnellate e vanta elevate performance tecnico-nautiche ed operative

La flotta navale della Guardia di Finanza del Friuli Venezia Giulia si arricchisce di una nuova vedetta costiera, la “V.819”, realizzata dal Cantiere Navale “FB DESIGN S.r.l.” di Annone Brianza (LC).

Caratteristiche tecniche

La nuova piattaforma, equipaggiata con quattro militari, ha una lunghezza f.t. di circa 16 metri (52 piedi), un dislocamento a pieno carico di 20 tonnellate e vanta elevate performance tecnico-nautiche ed operative, tra le quali spicca lo scafo inaffondabile, poiché iniettato con schiuma poliuretanica a celle chiuse (structural foam), l’ottima tenuta al mare, un’autonomia di 11 ore di navigazione continuative ad una velocità di crociera di 30 nodi ed una velocità massima di 54 nodi. Tali prestazioni sono ottenute grazie alla propulsione di 2 motori IVECO FPT da 1000 HP associati ad un sistema di trasmissione ZF Trimax e due eliche di superficie. La vedetta, inoltre, è dotata di sistemi di telecomunicazione e navigazione tecnologicamente avanzati e si distingue per l’innovativa livrea che caratterizza le unità navali del dispositivo di prossimità: scafo di colore grigio con una banda longitudinale giallo-verde che percorre l’intera fiancata su entrambi i lati, da prua a poppa. I colori d’istituto ed il Grifone stilizzato a prua, simbolo araldico della Guardia di Finanza, ne accentuano la riconoscibilità.

Ammodernamento e potenziamento

L’imbarcazione è stata acquisita nell’ambito del progetto di ammodernamento e potenziamento della flotta navale per far fronte, in modo ancora più efficace ed incisivo, ai nuovi compiti esclusivi affidati al Corpo dalle recenti disposizioni normative. E’ in tale contesto, quindi, che la nuova vedetta costiera V.819 va ad ampliare la flotta navale del Reparto Operativo Aeronavale di Trieste. Quest’ultimo, avente circoscrizione di servizio regionale, alle dirette dipendenze del Comando Regionale del Friuli Venezia Giulia, si avvale, per l’espletamento dei propri compiti istituzionali, della Stazione Navale di Trieste e della Sezione Operativa Navale di Lignano Sabbiadoro, che operano nelle acque territoriali di competenza, svolgendo compiti, in via esclusiva, di polizia economico- finanziaria, di ordine e sicurezza pubblica, di contrasto ai traffici illeciti e di vigilanza della frontiera marittima nonché di concorso alla salvaguardia della vita umana in mare ed alla tutela dell’ambiente marino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento