Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Unità d'Italia

Piazza Unità nell'Olimpo Michelin, l'Harry's conquista la seconda stella

L'annuncio del prestigioso risultato è stato dato nella mattinata di oggi durante la presentazione dell'edizione 2021 della celebre guida. Metullio: "Ho pianto di gioia, la dedico alla mia famiglia e a tutta la brigata"

Più luminosa della cometa storta di piazza Unità e, per il contesto temporale in cui è arrivata, forse ancora più importante della prima. L’Harry’s Piccolo di Trieste sbarca nell’Olimpo della ristorazione ottenendo la seconda stella Michelin e, di fatto, riuscendo nell’impresa di consacrare il capoluogo regionale ai vertici mondiali del settore.

Il successo

La notizia dell’ambito e prestigioso traguardo è stata diffusa nella mattinata di oggi 25 novembre durante la presentazione online dell’edizione 2021 della celebre guida, vero e proprio testo sacro che da sempre accende i riflettori sulle eccellenze dell’enogastronomia. Un risultato per certi versi inaspettato e, proprio per questo, capace di scatenare l’entusiasmo della struttura. “La soddisfazione è immensa – ha commentato a caldo lo chef triestino Metullio – perché riuscire ad inserire la mia città nella mappa mondiale della ristorazione, dopo solo un anno e mezzo di lavoro, rappresenta una gioia mai provata prima d’ora”. 

Le parole di Metullio

“Dopo essere partito dal niente, da una famiglia di operai che ogni giorno battagliavano per dare dignità alla quotidianità, personalmente è una vittoria che mi ha fatto piangere di gioia”. In un periodo economicamente difficile come quello innescato dall’emergenza sanitaria legata al CoViD-19, l’Harry’s lancia un segnale forte a tutto il mondo della ristorazione, frutto anche degli importanti investimenti realizzati per migliorare le cucine e gli ambienti delle sale. 

Elena Brussa, Martina Murer, Davide De Pra, Matteo Metullio-2

I protagonisti

Assieme a Davide De Pra (e al fondamentale supporto della restaurant manager Elena Brussa e della responsabile marketing Martina Murer ndr), Metullio veste quindi i panni dell’ambasciatore e, complice il successo odierno, amplia l’orizzonte futuro per l’Harry’s. La prima stella era arrivata nell’autunno del 2018 quando ai fornelli, assieme a Metullio e De Pra, lavorava anche lo chef Alessandro Buffa. Un successo, quello di due anni fa, salutato da tutta la città con grande felicità e stupore. Oggi, invece, ecco la notizia della seconda stella con la simbolica preparazione di un tavolo celeste, in quel firmamento dove come loro, a Trieste, nessuno mai.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Unità nell'Olimpo Michelin, l'Harry's conquista la seconda stella

TriestePrima è in caricamento