Festeggia perché torna a lavorare all'estero, poi guida ubriaco e a fari spenti

Il tasso di alcol rilevato era oltre il doppio del consentito e i Carabinieri gli hanno ritirato la patente. Stessa sorte anche per una 23enne e un 40enne

Intensi i controlli dei Carabinieri per la sicurezza sulle strade, nel corso dei quali sono stati sottoposti ad accertamenti con etilometro numerosi automobilisti. Uno di loro, un 30enne triestino, è stato fermato a notte fonda dai Carabinieri di Opicina che lo hanno visto sopraggiungere a fari spenti e suonando il clacson all’impazzata. Era euforico per la sua partenza per il Nord Europa dove torna, per motivi di lavoro, dopo il lockdown ed era reduce da una serata di festeggiamenti con gli amici. Il tasso di alcol rilevato era oltre il doppio del consentito, il che gli è costato il ritiro immediato della patente.

Stessa sorte è toccata a una 23enne, che al momento del controllo da parte dei militari è risultata positiva all’alcoltest con valori doppi rispetto al limite. Oltre al ritiro della patente, i Carabinieri hanno proceduto anche al sequestro dell’auto nei confronti di un 40enne dominicano che ha rifiutato di sottoporsi al test.

Guida ubriaco dopo la serata a Sistiana: "beccato" dai Carabinieri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

Torna su
TriestePrima è in caricamento