Cronaca

Cortometraggio horror triestino vola in finalissima al festival di Roma

Si tratta di “Io sono Jeffrey”, diretto e prodotto da Ugo Puglisi e approdato alla finalissima dell’Italian Horror Fest di Roma, un concorso internazionale dedicato al cinema horror indipendente

Il cortometraggio “Io sono Jeffrey”, diretto e prodotto da Ugo Puglisi, è approdato alla finalissima dell’Italian Horror Fest di Roma, un concorso internazionale dedicato al cinema horror indipendente. L’opera del film maker triestino ha conquistato l’accesso alla fase finale dell’evento dopo aver superato con grande successo il voto degli utenti del web e anche la seconda fase, ovvero il parere della giuria popolare presieduta dalla critica cinematografica Ilaria Monfardini. A metà dicembre la giuria di qualità, formata da esperti del settore tra cui il regista Luigi Cozzi, il giornalista Paolo Nizza e presieduta dal Maestro Lamberto Bava, valuterà le 10 opere finaliste, proclamando la vincitrice dell’11esima edizione dell’IHF. 

Un altro importante traguardo raggiunto da Puglisi che, come evidenziato in numerosi blog e pagine on-line specializzate, con il suo film ha dimostrato di saper creare atmosfere sinistre e claustrofobiche, capaci di trasmettere forte tensione in virtù di un approccio narrativo profondo e introspettivo a tratti sconvolgente. Il protagonista del cortometraggio è il pupazzo da ventriloquo Jeffrey, a cui il bravissimo attore Paolo Massaria ha saputo dare vita in modo inquietante, mentre, nei panni della vittima dello psicopatico, si è cimentata l’affascinante Orietta Benassi.

In attesa dell’esito finale del festival, dopo aver recentemente pubblicato il suo primo libro intitolato “Vita da film” ed aver realizzato gli effetti speciali per un documentario sulla vita del Caravaggio intitolato “Il buio e la luce” diretto da Emanuele Flangini, Puglisi sta preparando le riprese del suo prossimo cortometraggio, un thriller ispirato da un racconto di Alessandro Gargottich e sceneggiato da Lorenzo Capriglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortometraggio horror triestino vola in finalissima al festival di Roma

TriestePrima è in caricamento