rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

I Benzinai Triestini Terranno i Distributori Aperti

In merito allo sciopero proclamato dai benzinai italiani dalle 19 di stasera alle 7 di venerdì mattina ( su autostrade dalle 22 di oggi alle 22 di giovedì ).Riceviamo dall'ufficio stampa Figisc e pubblichiamo:I gestori dei distributori di...

In merito allo sciopero proclamato dai benzinai italiani dalle 19 di stasera alle 7 di venerdì mattina ( su autostrade dalle 22 di oggi alle 22 di giovedì ).
Riceviamo dall'ufficio stampa Figisc e pubblichiamo:


I gestori dei distributori di carburante aderenti alla Figisc-Confcommercio di Trieste, riunitisi in assemblea lunedì 10 dicembre u.s., hanno manifestato piena adesione alle motivazioni dello sciopero proclamato a livello nazionale dalle associazioni di categoria riconoscendo nei temi della protesta una reale minaccia per la sopravvivenza della categoria ormai stretta tra le decisioni del governo e le condizioni poste dalle Società Petrolifere che mortificano il lavoro dei gestori e ne minacciano la sopravvivenza.


Le discriminazioni sul prezzo dei carburanti che impongono ai gestori una riduzione dei loro margini, l'elevata tassazione del carburante che trasforma il gestore in esattore dello Stato senza alcuna tutela e remunerazione, la gratuità del sistema di pagamento con moneta elettronica stabilita per legge e disattesa dalle banche, l'automazione selvaggia che toglie servizio e assistenza al consumatore e posti di lavoro ai gestori e ai loro dipendenti, sono i temi ampiamente condivisi dai gestori triestini che rivendicano inoltre il diritto ad una contrattazione collettiva con le Società Petrolifere che tendono invece ad annullare ogni accordo contrattuale.

Il tentativo di azzerare il ruolo dei gestori è ancora più presente nella nostra realtà di confine dove la concorrenza dei distributori sloveni sta mettendo in ginocchio la categoria, in quanto il sistema di sconti applicato dalla Regione non risponde alle reali esigenze di riequilibrio del mercato.

Per queste motivazioni l'assemblea dei gestori ha manifestato adesione alle motivazioni dello sciopero, tuttavia non sarà attuata la chiusura degli impianti, proprio per evitare di favorire l'emorragia della clientela verso la Slovenia e penalizzare i pochi clienti che ancora intendono fruire del servizio dei gestori locali.
Pertanto nelle giornate del 12 e 13 dicembre prossimi gli impianti della provincia di Trieste manterranno il normale servizio.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Benzinai Triestini Terranno i Distributori Aperti

TriestePrima è in caricamento