menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Iannarelli Sindacato Polizia Coisp: "non si Possono Mandare i Colleghi al Massacro"

Riceviamo dal Segretario Regionale del Sindacato Indipendente di Polizia (Coisp) e pubblichiamo:“Esprimo la mia più sincera solidarietà alle forze dell’ordine intervenute ieri mattina a Bari, aggredite con lanci di sassi e spranghe di ferro dai...

Riceviamo dal Segretario Regionale del Sindacato Indipendente di Polizia (Coisp) e pubblichiamo:

"Esprimo la mia più sincera solidarietà alle forze dell'ordine intervenute ieri mattina a Bari, aggredite con lanci di sassi e spranghe di ferro dai manifestanti, centinaia di immigrati ospiti di quel Centro di accoglienza per richiedenti asilo (Cara) che hanno bloccato strade e binari nei pressi della struttura per protesta contro le lungaggini burocratiche che ritarderebbero il rilascio dello status di rifugiati, e sono vicino ai tanti feriti, quasi solo fra gli operatori della sicurezza".
Sono le riflessioni di Maurizio Iannarelli, Segretario Generale Regionale del Friuli Venezia Giulia del sindacato di Polizia Coordinamento per l'Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia (Co.I.S.P.).
"Noi del Co.I.S.P è da anni che denunciamo che queste strutture - i Cara come i Centri di identificazione ed espulsione (Cie) - sono l'emblema del fallimento assoluto della politica in tema di immigrazione clandestina.
Non è più accettabile che gli appartenenti alle forze dell'ordine siano mandati puntualmente e consapevolmente al massacro, sia in occasioni come oggi, sia alle manifestazioni no-Tav.
Gli scontri con le forze di Polizia - prosegue Iannarelli - sono funzionali a un disegno atto a suscitare da una parte reazioni scomposte degli operatori per poter celebrare qualche nuovo martire e dall'altra ad alimentare l'odio contro le divise, che rappresentano l'autorità dello Stato, per alzare il livello del dissenso sociale verso i governanti di turno, che - conclude Iannarelli - sono un fallimento assoluto in questo settore relativo alla gestione dell'immigrazione irregolare e sono loro che devono pagare il prezzo della loro inettitudine


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento