Giovedì, 18 Luglio 2024
la replica

Ics ribatte a Roberti: "Inerte davanti ai problemi, sa solo fomentare"

Il Consorzio Italiano di Solidarietà di Gianfranco Schiavone ribatte all'assessore regionale alla Sicurezza, intervenuto nei giorni scorsi per criticare la protesta dei richiedenti asilo da tempo costretti a vivere all'addiaccio, senza un posto dove stare: "L’abbandono dei richiedenti asilo da parte delle autorità costituisce una grave condotta in violazione delle leggi vigenti"

TRIESTE - "Dinanzi ai gravi problemi di gestione delle migrazioni in Friuli Venezia Giulia Roberti rimane – come sempre – inerte, salvo fomentare contrapposizioni e invitare persino ad avviare procedimenti giudiziari contro i richiedenti asilo che, con eccezionale compostezza, hanno manifestato dinnanzi alla Prefettura di Trieste la loro condizione di persone abbandonate in strada da mesi". Lo ha dichiarato il Consorzio Italiano di Solidarietà in una nota stampa, con la quale ha voluto ribattere alle dichiarazioni dell'assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti rilasciate in occasione della protesta pacifica che ha avuto luogo martedì 27 giugno in piazza Unità.

Le ragioni della protesta

In quell'occasione decine e decine di migranti attualmente senza accoglienza e costretti a passare le notti all'addiaccio sono scese in piazza per chiedere un posto dove stare. In particolare, ICS ha voluto sottolineare che "l’abbandono dei richiedenti asilo da parte delle autorità costituisce una grave condotta in violazione delle leggi vigenti". Per ICS è necessario "che tutti i soggetti coinvolti facciano la loro parte per porre fine a questa situazione e agiscano con ragionevolezza ma ricorda inoltre che, nel caso venga contestato ai manifestanti che la pacifica protesta non era autorizzata, sarà parimenti indispensabile l’avvio di un’azione giudiziaria che tuteli la ben più grave violazione delle leggi interne e sovranazionali rappresentata dall’abbandono di tali persone da parte delle autorità preposte". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ics ribatte a Roberti: "Inerte davanti ai problemi, sa solo fomentare"
TriestePrima è in caricamento