Cronaca

Iii Circoscrizione, Rischio Commissariamento

L'Opposizione diventa numericamente maggioranza; in Terza (Roiano, Gretta, Barcola, Cologna e Scorcola) non si governa più... Rischio commissariamento E' proprio il caso di dirlo, in III circoscrizione la differenza tra maggioranza e opposizione...

L'Opposizione diventa numericamente maggioranza; in Terza (Roiano, Gretta, Barcola, Cologna e Scorcola) non si governa più... Rischio commissariamento

E' proprio il caso di dirlo, in III circoscrizione la differenza tra maggioranza e opposizione d'ora in poi la fa il raffreddore...

Dall'inizio della consigliatura la maggioranza del presidente Andrea Brandolisio (in foto) del Pd non ha mai avuto numeri facili; ma ora la situazione è proprio paradossale.

Il PD che dopo le elezioni poteva contare su sette consiglieri oggi se ne ritrova solo quattro (tra cui il presidente). E gli altri tre? Due sono confluiti nel gruppo misto formato e, colpo di scena, il terzo è passato addirittura alla Lega Nord.

La maggioranza quindi è formata dai già citati quattro del partito democratico, un consigliere della Federazione della sinistra, uno dell'UDC, uno per l'Italia dei Valori e i due del misto, per un totale di soli nove "scranni"...

All'opposizione abbiamo i tre esponenti del PDL-Forza Italia, tre Leghisti, due rappresentanti della Lista Dipiazza, uno a testa per FLI, Un'Altra Trieste Bandelli e per il neonato Nuovo centro destra, per un totale di undici consiglieri. Una situazione paradossale, mai verificatasi prima d'ora...

E L'opposizione rincara la dose con un comunicato che riassumiamo: "III Circoscrizione, la maggioranza del presidente Brandolisio è evaporata... Nasce spontanea la domanda, che ci sta a fare ancora il Presidente in carica? La stuazione narra di un deficit organizzativo vergognoso, con un consiglio senza un segretario di ruolo e con un Presidente sfiduciato ed ancor peggio, nella maggior parte delle occasioni, irreperibile... Mozioni bloccate in comune da mesi, pareri da deliberare in tempi ristrettissimi, convocazioni sempre urgenti fissate da un giorno all'altro; l'opposizione tutta ha consegnato nei giorni scorsi vari documenti nei quali specifica la situazione e lancia un grido di allarme. Perché a rimetterci sono i cittadini..."

Michele Babuder, capogruppo di PDL/FI scrive in una nota: " Non saremo noi a fare da stampella a questa maggioranza che non esiste, siamo pronti a continuare il nostro lavoro per gli interessi della cittadinanza e nel rispetto delle persone che hanno affidato a noi la propria preferenza, ma ora è troppo! Ci additano come degli irresponsabili per non aver votato un documento e poi non sono nemmeno in grado di garantire il numero minimo di consiglieri per far si che si tenga una riunione. "

Gli fa eco Andrea Giovannini PDL/FI che sostiene: " Va bene tutto, siamo disposti a venire incontro alle esigenze, siamo in circoscrizione e lo sappiamo, ma fino a quando le cose non saranno chiarite e non si avrà il minimo interesse a farsi un esame di coscienza, noi dell'opposizione bloccheremo tutti i documenti politici. Lo faremo con i voti e, se servirà, facendo mancare il numero legale ".

Situazione già successa per altro in occasione del documento di assestamento di bilancio e nella seduta seguente, quando i consiglieri di opposizione si sono presentati alla commissione affari generali, ma non hanno partecipato ai lavori del consiglio, non gravando inoltre economicamente sulle tasche dei cittadini, rinunciando cosi al seppur "magro" gettone di presenza....

Situazione paradossale nel parlamentino di Villa Prinz, che negli anni passati è stato punto importante di riferimento per gli abitanti della circoscrizione, che pare non vedere nessuna uscita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iii Circoscrizione, Rischio Commissariamento

TriestePrima è in caricamento