rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Il caso Rossetti approda in Consiglio comunale, Rovis: «Pericolo "scippo" da parte di Udine»

13.01 - Insieme al capogruppo Pdl, anche i consiglieri Bertoli, Grilli, Cannataro, Lobianco, Bassi, Declich, Bandelli, Camber, De Gioia, Ferrara, Rosolen, Menis, Patuanelli, Bucci, Antonione

I contorni ancora poco chiari della ventilata fusione, voluta sembra dal sindaco di Trieste Cosolini e la presidente Fvg Serracchini, del Css di Udine e del Politeama Rossetti hanno fatto storcere il naso a più di qualcuno. Dopo la lettera dello staff dello Stabile, preoccupato per le sorti del teatro, che ha raggiunto prestigio internazionale, Paolo Rovis, capogruppo Pdl in Consiglio Comunale ha chiesto e ottenuto un Consiglio straordinario per affrontare il problema: «Contorni ancora poco chiari, ma il pericolo dello "scippo" potrebbe non essere peregrino», aveva commentato su Facebook qualche giorno fa.

«Ho richiesto formalmente stasera (ieri, ndr) che il tema, dai contorni ancora poco chiari, venga trattato con urgenza in Consiglio comunale - spiega Rovis -, con l'audizione del Sindaco, del presidente Budin, del nuovo direttore artistico Però e dei lavoratori del Rossetti che già hanno manifestato la loro preoccupazione per la vicenda».

A firmare la richiesta, che prevede anche un approfondimento sulla delicata questione "musical si, musical no" (il nuovo Direttore artistico Franco Però ha dichiarato che diminuiranno «per produrre più cultura»), sono stati anche i consiglieri Bertoli, Grilli, Cannataro, Lobianco, Bassi, Declich, Bandelli, Camber, De Gioia, Ferrara, Rosolen, Menis, Patuanelli, Bucci, Antonione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso Rossetti approda in Consiglio comunale, Rovis: «Pericolo "scippo" da parte di Udine»

TriestePrima è in caricamento