Cronaca

Il ricordo commosso di Fulvio Camerini in Consiglio comunale

Questa sera all'inizio della seduta consiliare il sindaco Roberto Dipiazza e la segretaria provinciale del Partito Democratico Laura Famulari hanno ricordato il professore triestino morto oggi. Un minuto di silenzio in onore del grande primario e senatore della Repubblica

Un momento della seduta di questa sera

Il grande dottore Fulvio Camerini se n'è andato. Durante tutta la giornata sono stati moltissimi i messaggi arrivati in ricordo del "padre" della cardiologia triestina, che aveva ricoperto anche la carica di senatore nelle file del centrosinistra italiano. Questa sera in Consiglio comunale il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza e la segretaria provinciale del Partito Democratico Laura Famulari hanno voluto ricordare il professor Camerini. 

"Trieste saluta oggi il professore Fulvio Camerini - ha affermato Dipiazza - un grande uomo, un esempio di intelligenza, impegno e valori. Padre della cardiologia triestina ha saputo, come medico e primario, portare la nostra città ai massimi livelli nazionali ed internazionali grazie al centro di unità cardiologica, da lui fortemente volluto, e punto di riferimento per moltissimi medici". 

"Ci stringiamo in un forte e affettuoso abbraccio ai familiari per questa importante e dolorosa perdita. Oltre ad essere uomo di scienza, la sua vita è stata contraddistinta anche per il grande impegno a favore della cosa pubblica sia come senatore che come consigliere del Comune di Trieste. Sempre proteso all'ascolto è stato testimone e protagonista dei più importanti momenti e trasformazioni che Trieste ha attraversato". 

Tutte le attestazioni di stima "sottolineano il grande profilo umano e professionale. Altrettante sono le persone riconoscenti a lui e a quella scuola di cardiologia che Camerini ha avviato nella nostra città e che sta salvando tantissime vite". "Trieste e la sanità cittadina perdono uno dei suoi figli migliori, ma il suo esempio continua ad illuminare la strada di tutti coloro che vogliono mettersi al servizio della propria comunità"

La segretaria provinciale del Partito Democratico

Laura Famulari ha ricordato il professore Fulvio Camerini, affermando che "è stato un grande medico, uno scienziato che non solo amava la conoscenza ma che amava condividerla. Voleva far crescere i giovani, e negli anni ha dato vita ad una scuola da cui sono usciti tanti professionisti che portano avanti il suo lavoro. Già solo con questo ha lasciato la sua duratura impronta".

"Ma è stato anche quello che una volta avremmo chiamato un esempio di virtù civiche e morali. Sobrio, rigoroso e amabile, aveva una parola gentile per tutti. Quando è giunto il momento della chiamata all'impegno nella politica, l'ha affrontato com'era nel suo stile: mettendoci il cuore e l'intelligenza. Protagonista degli anni dell'Ulivo, era uomo di centrosinistra e da questa parte ha fatto le sue battaglie, ma mai contro, mai per spirito partigiano, sempre cercando il dialogo e la massima condivisione".

"Su questi banchi ha portato la sua esperienza e la sua saggezza, ma anche la sua determinazione. E non posso dimenticare il giorno in cui fui proprio io, che allora mi affacciavo al mondo della politica, a consegnarli il diploma di socio fondatore del Partito democratico, insieme a Cristiano Degano e Roberto Damiani. Fino all'ultimo, Fulvio Camerini è stato un punto di riferimento per la comunità, fino all'ultimo è stato disponibile. Ora che ci ha lasciato per raggiungere la sua amatissima Bianca, ci inchiniamo alla sua memoria. Speriamo di essere degni del suo esempio".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo commosso di Fulvio Camerini in Consiglio comunale

TriestePrima è in caricamento