Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Il prefetto di Trieste Francesca Garufi assicura la massima attenzione per la sicurezza del Mondiale di Pallavolo femminile

12.25 - Sull'evento più importante in Regione degli ultimi quattro anni il "focus" vigile delle forze dell'ordine.

«A Trieste, durante il periodo del Campionato del Mondo di pallavolo femminile, «ci sarà il massimo dell’attenzione» da parte delle forze dell’ordineLo sguardo su una manifestazione così importante sarà vigile, per garantire che il torneo si svolga nella massima tranquillità. Lo assicura il Commissario del Governo e Prefetto di Trieste Francesca Garufi. «Non ho dubbi che trattandosi del volley non ci saranno problemi di alcun genere, ma è chiaro che va sempre tenuto un focus su eventi che richiamano tanti tifosi.» La dottoressa Garufi trasmette serenità. La sua sintassi è dosata e attenta, le parole sono calibrate. «E’ una situazione internazionale oggi un po’ critica e avere a Trieste delle squadre che vengono dall’estero crea un momento di attenzione maggiore perché siamo di fronte a appuntamento importante.» 

Nel girone triestino, in sede di prima fase, saranno all’opera Brasile, Turchia, Camerun, Bulgaria, Canada e Serbia. Su quest’ultima Nazionale - che esprime un territorio geograficamente più vicino al capoluogo giuliano - il Prefetto spende una riflessione in più. «Nel territorio triestino la Serbia è in fondo di casa. In questa città, così multietnica e accogliente verso le popolazioni balcaniche e non solo, la comunità serba è una delle più numerose. La vicinanza permetterà ai tifosi di arrivare con una certa facilità.» 

Il Prefetto di Trieste, spesso alle prese con le intemperanze del calcio, non vuole privarsi del gusto dello spettacolo sportivo che animerà il PalaRubini dal 23 al 5 ottobre. «Sicuramente verrò a vedere almeno una delle partite. Vinca il migliore e trionfi l’impegno – è l’augurio del Prefetto - perché se lo sport all’esterno si presenta come una festa, richiede in chi vi si cimenta passione, impegno e disciplina. Il fatto che in Italia – spiega - gran parte degli atleti che conseguono ottimi risultati siano persone appartenenti ai gruppi sportivi delle forze dell’ordine non è casuale.» 

Ora le redini della sicurezza a Trieste sono nella mani del Prefetto Francesca Garufi, di fronte all’appuntamento sportivo più importante che il Friuli Venezia Giulia ospita da quattro anni a questa parte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prefetto di Trieste Francesca Garufi assicura la massima attenzione per la sicurezza del Mondiale di Pallavolo femminile

TriestePrima è in caricamento