Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Chiarbola - Servola - Valmaura / Via dei Soncini

Il "rapinatore con l'accetta" torna a colpire: Andrea Castelli evade dai domiciliari e tenta una rapina

8.35 - Armato di coltello ha fatto nuovamente visita alla tabaccheria di via Soncini. Ferito il titolare. Più tardi è stato arrestato dalla Polizia

Il lupo perde il pelo ma non il viszio. Quale proverbio più appropriato per Andrea Castelli? Il 43enne triestino, noto come il "rapinatore con l'accetta", era da pochi giorni stato sottoposto agli arresti domiciliari (dopo 6 mesi di carcere su 3 anni e mezzo di pena), ma ieri ha deciso di evadere da casa sua e tentare un nuovo colpo.

Non solo è tornato immediatamente a questo stile di vita illegale, ma, armato questa volta di un coltello, è ritornato in una delle tabaccherie che aveva già rapinato lo scorso autunno, quella in via Soncini 3, la cui rapina gli aveva fruttato 400 euro di bottino.

Questa volta però è andata peggio sia a lui che al titolare, quest'ultimo infatti è rimasto ferito all'addome dopo una colluttazione. Mentre Castelli, riuscito a scappare e ritornare a casa sua è stato poi arrestato dalla Polizia: gli agenti intervenuti in via Soncini hanno raccolto le deposizioni dei passanti e del titolare della tabaccheria che affermavano di aver già visto quella persona. Così, dopo aver ricostruito la vicenda, e aver anche ritrovato l'arma, si è proceduto con l'arresto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "rapinatore con l'accetta" torna a colpire: Andrea Castelli evade dai domiciliari e tenta una rapina

TriestePrima è in caricamento