menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Sogno di Giulia: Dipiazza in visita all'Istituto Deledda-Fabiani

Il Sindaco ha incontrato insegnanti, studenti e i genitori della giovane che ha perso la vita in via Marchesetti

«Il Comune di Trieste sosterrà con azioni importanti il “Sogno di Giulia”, progetto che punta a mantenere vivi i desideri e le speranze di tanti giovani come Giulia Buttazzoni, la giovane che ha perso la vita investita da un'auto sulle strisce pedonali in via Marchesetti».

La conferma è stata data oggi (lunedì 6 febbraio) dal sindaco Roberto Dipiazza che, come promesso, ha visitato l'istituto “Deledda-Fabiani” di via Monte San Gabriele, incontrando la dirigente scolastica Tiziana Napolitano, il papà e la mamma di Giulia, insegnanti, personale, studenti e soprattutto i compagni della II B, la classe che Giulia frequentava.

Dopo un primo incontro di poche settimane fa in Municipio, dove una delegazione di studenti e insegnanti aveva consegnato una petizione per promuovere e favorire interventi per la sicurezza dei pedoni sulle strade -appello prontamente accolto dal sindaco Dipiazza- l'incontro odierno ha permesso al primo cittadino di conoscere e approfondire le iniziative del “Sogno di Giulia”.

Il sindaco Dipiazza ha così confermato anche l'impegno del Comune di Trieste nel sostenere la realizzazione di un laboratorio di microbiologia, all'interno della zona scientifica dell'Istituto Deledda-Fabiani, da dedicare alla memoria di Giulia.

Disponibilità e attenzione del Comune anche nel favorire iniziative dell'Istituto Deledda-Fabiani a favore dell'interscambio culturale tra studenti, con quei viaggi e quelle esperienze formative all'estero, tanto cari e apprezzati da Giulia e da molti suoi coetanei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento