Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Illuminazione pubblica green: verso la riqualificazione e l'efficientamento energetico

Tecnologia led per quasi 1300 i corpi illuminanti grazie a investimenti dell’Amministrazione comunale di oltre 4 milioni di euro: da via Giulia a piazza della Libertà, dal Porto Vecchio a Barcola, da San Vito a Vile XX Settembre, da Villa Revoltella a Opicina.

Sono stati presentati oggi a Palazzo Gopcevich numerosi interventi già conclusi o in corso di realizzazione in diverse zone della città nel 2020 per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica e per l’efficientamento energetico, tutti al fine di di aumentare la sicurezza stradale e di ridurre l’inquinamento, le spese dei consumi”. Alla conferenza stampa sono intervenuti l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Elisa Lodi con il direttore del Servizio Andrea De Walderstein e Diego Radin di Hera Luce.

Risparmio energetico del 50%

“Il tema dell’illuminazione pubblica sta a cuore all’Amministrazione comunale che anche nel 2020 ha già effettuato diversi interventi, altri sono in corso, in centro e nelle zone periferiche della città secondo il Programma delle Opere Pubbliche. Ad oggi – ha spiegato l’assessore Lodi – tra riqualificazioni e integrazioni dell’illuminazione sono stati realizzati oltre 810 punti luce, prevalentemente a Led, e a breve sono previste oltre 460 installazioni, con un risparmio energetico del 50% rispetto a quelle sostituite. Interventi che sono stati affidati dal Comune di Trieste al gestore dell’illuminazione pubblica, Hera Luce. A fine anno – ha proseguito - saranno quasi 1300 i corpi illuminanti riqualificati con tecnologia a led in tutto il territorio comunale grazie a investimenti dell’Amministrazione comunale di oltre 4 milioni di euro: da via Giulia a piazza della Libertà, dal Porto Vecchio a Barcola, da San Vito a Vile XX Settembre, da Villa Revoltella a Opicina. Tutti interventi concordati con Hera Luce in base alle richieste dei cittadini attraverso le Circoscrizioni, già eseguiti o che saranno completati entro l’anno e volti alla sicurezza. Il progetto di riqualificazione ha consentito il potenziamento dell’illuminazione pubblica in zone in cui risultava scarsa o assente. Inoltre, sempre entro fine anno saranno effettuati interventi per ulteriori 460 punti luce, sia da sostituire che da integrare”.

Meno emissioni di CO2

“Con il risparmio del 50% dei consumi energetici diminuiranno anche le emissioni di CO2, in quanto la tecnologia a led è in grado di ottimizzare i consumi energetici e di ridurre l’inquinamento luminoso garantendo al contempo la qualità dell’illuminazione che di anno in anno, grazie ai progressi tecnologici in questo campo, e all’attenzione dell’Amministrazione assieme a Hera Luce, migliora costantemente – ha sottolineato Radin -. “Tutti i punti luce sono realizzati con un’alta percentuale di materiali riciclabili che permetteranno così il recupero della maggior parte delle materie prime al termine della vita utile degli impianti – ha aggiunto - migliorando l’impatto ambientale con l’interramento delle reti quando possibile, e riducendo la possibilità di guasti grazie all’uniformità degli impianti, anche dal punto di vista dell’arredo urbano”. E’ stata poi rilevata la possibilità di telefonare al numero verde di Hera Luce per segnalare guasti (riportando possibilmente il numero di codice indicato sul palo della luce) abbreviando così la tempistica degli eventuali interventi di riparazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Illuminazione pubblica green: verso la riqualificazione e l'efficientamento energetico

TriestePrima è in caricamento