Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Barriera Vecchia - Città Vecchia / Piazza Dell' Unita' D'Italia

Imbandieramento del Municipio: personale interno non idoneo, servizio esterno stimato sui 16.800 euro

16.15 - Molteplici le motivazioni che hanno portato alla scelta. Servizio dall'1 luglio 2014 al 30 giugno 2016

Alzare e ammainare una bandiera potrebbe sembrare un'operazione semplice, ma quando si parla di Pubblica Amministrazione nulla è scontato. Infatti in questo campo, quello pubblico, subentrano molteplici fattori che rendono un semplice gesto inadatto al personale già assunto. No, non è il caso delle maxi bandiere che vediamo sventolare in piazza Unità ogni tanto, ma di quelle ben più modeste che sventolano sulle quattro aste del Municipio di Trieste, più quella in cima alla torretta.

Ma andiamo per ordine. Il Comune di Trieste, in qualità di ente pubblico territoriale, ha l’obbligo di ottemperare a quell’insieme di regole e consuetudini che devono essere applicate a tutte le cerimonie sia pubbliche che private che si svolgono nel corso dell’anno (anche se, in seguito a una deroga, deve esporre le bandiere solo in occasione delle giornate previste dalla legge).

Quest'obbligo comporta comunque «un efficace, efficiente e solerte servizio di gestione dell’esposizione delle bandiere sulle 4 aste della facciata del Palazzo Municipale di piazza Unità e sul pennone della torretta dello stesso...  Si tratta di un servizio a  svolgimento giornaliero ma di breve durata, che si estrinseca in una serie di interventi di carattere meramente manutentivo e di controllo del posizionamento delle bandiere già esposte sui pennoni, nonché a taluni servizi accessori,... ma per quanto sia di breve durata, questo  servizio deve essere svolto al di fuori del normale orario di lavoro, ovvero prima delle ore 7.30, poiché l’accesso ai pennoni installati in facciata avviene da uffici normalmente utilizzati per le normali attività amministrative e che gli interventi giornalieri non devono configgere con la presenza dei dipendenti comunali all’interno delle stanze, ma si deve svolgere anche nelle giornate non lavorative (sabato) e festive».

Infine forse le motivazioni più importanti: «Non sono disponibili dipendenti con idonea formazione per l'utilizzo di adeguati D.P.I. (dispositivi di protezione individuale) tra cui imbracature e ancoraggi qualora si rendano necessari, al fine di garantire l'operatività in sicurezza; inoltre, in caso di utilizzo di personale interno la responsabilità in materia di sicurezza sul luogo di lavoro ricade in capo al Gabinetto del Sindaco e risulta impossibile, soprattutto durante le giornate di sabato e festive, sovraintendere a che detto personale metta in atto tutte le misure di prevenzione dei rischi e il corretto svolgimento del servizio».

Insomma per  il servizio di imbandieramento del palazzo municipale di piazza Unità d’Italia per il periodo 1° luglio 2014 – 30 giugno 2016 ci si è dovuti affidare a un soggetto esterno, individuato mediante procedura ristretta, da aggiudicarsi in base al criterio del minor prezzo offerto.

Per questo servizio è stato stimato un costo di 16.800 euro - comprensiva di IVA al 22% -. La cifra è stata così "prenotata", anche se potrebbe calare in seguito all'aggiudicazione dell'asta al ribasso,:
- bilancio 2014: complessivi € 4.200 (periodo luglio – dicembre);
- bilancio 2015: complessivi € 8.400 (anno);
- bilancio 2016: complessivi € 4.200 (periodo gennaio – giugno)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbandieramento del Municipio: personale interno non idoneo, servizio esterno stimato sui 16.800 euro

TriestePrima è in caricamento