menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monfalcone, Cisint: «Serracchiani mi denigra per coprire i fallimenti della Regione nei confronti della città»

«L’onorevole, ma non troppo, Serracchiani, così come a livello nazionale il senatore Renzi ci raccontano del migliore dei mondi possibili, un grande imbroglio a cui credono sempre meno persone»

«La neo eletta onorevole, ma non troppo, Serracchiani e gli altri suoi compari del Pd, fanno venir in mente una famosa frase di Abraham Lincoln: meglio tacere e dare l’impressione di essere stupidi, piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio. Dopo aver salvato il sedere per una poltrona parlamentare per 34 voti, l’onorevole, ma non troppo, Serracchiani si esercita con un’intervista, a polemizzare con i soliti toni supponenti e insolenti che la contraddistinguono, con il sindaco di Monfalcone intestandosi il merito di una sua azione sui temi cruciali della città. Ciò che afferma è troppo grave per essere archiviato nel cestino dello scemenzario di fine mandato di una Regione allo sfascio e, quindi, richiede alcune puntualizzazioni punto per punto. Cominciamo dal porto. Qualcuno, per cortesia, spieghi, all’onorevole, ma non troppo, che Monfalcone porta in dote a Trieste un milione e mezzo di metri quadrati di aree retro portuali, una movimentazione sui cinque milioni di tonnellate e collegamenti stradali e ferroviari diretti con lo scalo, che ne fanno una risorsa e un patrimonio importante» ha dichiarato Anna Maria Cisint, sindaco di Monfalcone.

«Chi, come noi è convinto che fare sistema è un valore aggiunto, è anche testardamente persuaso che l’accorpamento non può essere una svendita di questo nostro patrimonio e che pertanto essere nell’autorità di gestione a pieno titolo è una conditio-sine- qua-non perché quella è la sede dove si deciderà il futuro dei traffici e lo sviluppo dello scalo. Serracchiani si è talmente data da fare in questi cinque anni per il nostro Porto - ha aggiunto il sindaco- che il Governo Pd non ha approvato l’emendamento per una piena partecipazione nella governance, l’elaborazione del Piano regolatore portuale deve ancora cominciare e gli investimenti per i dragaggi devono ancora partire. Complimenti per gli ottimi risultati di questi cinque anni. Quanto alle Terme, senza la nuova Amministrazione comunale a quest’ora sarebbero morte e sepolte e il Comune avrebbe in piedi una richiesta di risarcimento per 7 milioni di euro fatta alla giunta Altran dai gestori prima della sua caduta. Con tenacia è stato portato avanti un lavoro di salvaguardia di una situazione che perdeva mille euro al giorno; si è fatta una gara pubblica per individuare il nuovo gestore dopo che il Comune ha chiesto alla Regione di autorizzare l’impiego di 2 milioni di euro di propri fondi congelati, chiudendo ogni contenzioso pregresso. Certo la Regione ha messo 350 milioni propri, ma chiamarlo “aiutino” è fin troppo generoso».

«Il caso Eaton ci ricorda giorno per giorno, nella drammaticità della condizione di questi operai e di altri di altre realtà del territorio, gli sberleffi della dirigenza del Pd per la mancata riunione con il Ministro Calenda lo scorso settembre e a cui avevano chiesto un tavolo assieme alla Regione per governare l’occupazione e lo sviluppo industriale del Monfalconese. Dalla Presidenza della Regione attuale risposta: non pervenuta. Lo faremo con la nuova Giunta Regionale, il sindaco e il candidato premier Salvini ci hanno messo la faccia e l’impegno, alcuni altri solo gli sberleffi. Del fallimento delle Uti è quasi superfluo parlare, perché è parte di politiche regionali che hanno lasciato il livido più che il segno, come la sanità, la sicurezza, il welfare locale e via dicendo. L’onorevole, ma non troppo, Serracchiani, così come a livello nazionale il senatore Renzi ci raccontano del migliore dei mondi possibili, un grande imbroglio a cui credono sempre meno persone. A tutti e due consiglio la lettura dell’ecclesiaste: c’è un tempo per parlare e uno per tacere. E un altro ancora per andarsene via» ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento