Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Immatricolazioni, l’Università di Trieste sceglie il web 2.0: un video per attirare gli studenti

Sono oltre 16mila gli studenti iscritti all'Università degli Studi di Trieste, l'8,6 % dei quali stranieri

La campagna immatricolazioni 
“Quante volte hai rischiato? Quante volte hai temuto? Quante volte hai sognato?” L’Università di Trieste dà avvio alla propria campagna immatricolazioni 2016/2017 con un video, che sarà diffuso attraverso il sito istituzionale e i canali social - Facebook Twitter e Instagram - a partire da martedì 23 agosto. La clip, firmata dal regista Pablo Apiolazza e ideata da UAUAcademy, inaugura un nuovo stile di comunicazione, che si rivolge direttamente agli studenti, con un linguaggio incisivo e coinvolgente. Ritmo incalzante, immagini veloci, un hashtag in chiusura. Il messaggio contenuto nel video -  quante volte ti sei chiesto se ne valeva la pena vuole essere un invito a compiere le prime scelte impegnative con coraggio e responsabilità e ad affrontare le sfide della vita con entusiasmo e fiducia. Un filmato che racconta frammenti di vita di un giovane - il canestro decisivo, la prova della patente, il primo bacio: metafore per ricordare che le gratificazioni e i momenti memorabili, si riescono a vivere solo dopo aver affrontato e superato paure e incertezze. 
Forse qualche adulto farà fatica e interpretarlo? “Sono 30 secondi che devono convincere i giovani - spiega il regista Pablo Apiolazza - E le nuove generazioni sono nate con una grammatica visiva incorporata. Possono leggere e interpretare immagini ad una velocità decisamente diversa rispetto a chi non è nativo digitale”. 
Così la #svoltagiusta è scegliere l’Università di Trieste per proseguire i propri studi; è sfidarsi in un Ateneo di eccellenza per ricerca e didattica, tra le migliori sedi accademiche italiane; è cercare una risposta alle proprie incertezze sul futuro investendo in conoscenza e formazione. 
Units è quarta nella graduatoria degli atenei nazionali di medie dimensioni, quelli fra 10.000 e 20.000 iscritti, e ottava nella classifica generale dei 58 atenei pubblici secondo la classifica Censis 2016. 

Sono oltre 16mila gli studenti iscritti all'Università degli Studi di Trieste, l’8,6 % dei quali stranieri. L'offerta formativa si compone di 68 corsi di laurea di primo e di secondo livello, alcuni anche in inglese, che offrono competenze trasversali e professionalizzanti nei più vari campi del sapere. A questi si aggiungono più di 60 corsi post lauream, tra master di primo (6) e secondo livello (8), scuole di specializzazione (23), corsi di perfezionamento (3), Percorsi Abilitanti Speciali (PAS) (10), Tirocinio Formativo Attivo (TFA) (14) e corsi di dottorato per la formazione altamente qualificata del personale di ricerca (10). Centinaia di Convenzioni per programmi di studio all’estero ed esperienze in azienda assicurano ai laureati di Trieste una solida formazione riconosciuta dal mercato del lavoro. 

L’indagine di Almalaurea, pone l’Ateneo giuliano tra i migliori d’Italia sia per il profilo dei laureati che per il successo che gli stessi conseguono una volta inseriti nel mercato del lavoro. 

IL VIDEO DELL'UNIVERSITA' DI TRIESTE

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


La nuova strategia di comunicazione: più sito, più social  
A inizio agosto il restyling del sito istituzionale (più attuale e funzionale alla navigazione), ora l’ampliamento degli spazi di social networking: queste le scelte non solo per informare e comunicare, ma anche per costruire una relazione di fiducia e monitorare il livello di soddisfazione dei servizi. Non è un caso che l’apertura della campagna immatricolazioni 2016/2017 coincida con l’avvio di una nuova strategia di comunicazione, che sempre più sceglie il web 2.0 per avviare un dialogo interattivo con gli studenti, facilitando in particolare la consultazione delle sezioni legate all’orientamento. Oltre ai consolidati canali Facebook e Twitter, la novità è che dal 10 agosto Units è approdata su Instagram, dove a suon di immagini e interazioni video può raccontarsi e raccontare la vita universitaria con gli hashtag ? #myunits? e ?#scelgounits? o invitare a condividere la propria laurea con ?#laureaunits?. ???????????? 
“I social media sono luoghi virtuali dove si incontrano persone reali – afferma Maurizio Fermeglia, Rettore dell’Università di Trieste – Partendo da questa premessa abbiamo scelto di essere presenti con maggiore incisività sulle piattaforme on line avviando nuove forme di dialogo e di confronto diretto con gli studenti. Ma non ci siamo fermati: l’invito è quello di entrare a far parte della nostra community”. Perchè le community social sono lo strumento più adatto al target di riferimento: le ultime rilevazioni Censis, evidenziano come Facebook raggiunga in Italia il 77,4% dei giovani under 30, Youtube il 72,5%, mentre dei 4 milioni iscritti a Instagram, la fascia più rappresentata è quella dai 18 ai 24 anni. E poi c’è Snapchat, il social più giovane al mondo (quasi il 60 per cento dei suoi utenti ha tra i 16 e 24 anni), immediato, liquido e informale: il più amato dai giovani e con una crescita esponenziale superiore a Facebook. Già un paio di Università in Italia lo hanno sperimentato, UniTs ci sta pensando. 



Il nuovo Social Media Team Units 
A gestire la comunicazione web 2.0 all’interno dell’ateneo triestino sarà un team, appositamente formato per gestire attraverso Facebook, Twitter, Instagram un dialogo sempre più interattivo con gli studenti, ma non solo. La nuova strategia di immagine - ce lo conferma anche la delegata del Rettore alle “Strategie di Comunicazione” la professoressa Giovanna Pegan - punta ad ampliarsi nei prossimi mesi. In linea con la politica delle più importanti Università italiane anche noi, in questi spazi e con queste attività intendiamo perseguire finalità istituzionali e di interesse generale: informazioni sui servizi, divulgazione di notizie scientifiche e culturali, condivisione con i diversi pubblici dell’Ateneo… Per questa volta si parte dai giovani, ma il video è solo un inizio”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immatricolazioni, l’Università di Trieste sceglie il web 2.0: un video per attirare gli studenti

TriestePrima è in caricamento