menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Immigrati al silos, UGL: «Trieste ancora su Rete4, inefficienza istituzioni evidente»

Lo rileva in una nota Alessio Edoardo - UGL Polizia Trieste: «La realtà degli Immigrati clandestini è finita anche su Rete4 nella trasmissione Qiunta Colonna, non ci si può più nascondere: 150 persone vivono ancora nel fatiscente silos di Trieste, oltre a quelle già sistemate a Valmaura»

«La realtà degli Immigrati clandestini è finita anche su Rete4 nella trasmissione Qiunta Colonna, non ci si può più nascondere: 150 persone  vivono ancora nel fatiscente silos di Trieste, oltre a quelle  già sistemate nel nuovo ripiego a Valmaura; la situazione di inefficienza da parte delle autorità cittadine ci sembra, a nostro parere, evidente».

Lo rileva in una nota Alessio Edoardo - UGL Polizia Trieste.

«Le cose - continua la nota - non potranno che peggiorare nei prossimi mesi con l'arrivo di altri immigrati, questo è ormai chiaro, per tale motivo c'è assolutamente bisogno di una azione sinergica tra le autorità cittadine e le Forze dell'Ordine, per arginare e prevenire possibili problemi di micro criminalità, senza tralasciare la situazione di inadeguatezza, a di poco assoluta, delle  2 location predisposte per ospitare gli immigrati,( Silos e Valmaura ) ove questi vivono nella più incompleta vigilanza e salubrità, espletando i propri bisogni fisiologici all'aperto».

«Servono - conclude - più uomini e più mezzi per poter vigilare e prevenire ogni qualsiasi tipo di problemi, cercando di capire dove sono  questi 50 uomini promessi dal Ministro Alfano, per rafforzare la provincia di Trieste che si trova in grave difficoltà per il presidio dei confini e del territorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento