menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Immigrazione, incontro Torrenti - Morcone: «Nessun allarme particolare, tutto nella norma»

L'assessore regionale alla Cultura e alla Solidarietà Gianni Torrenti ha incontrato a Roma il prefetto Mario Morcone, capo del Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione del Ministero dell'Interno, per fare il punto della situazione rispetto ai flussi migratori che interessano il Friuli Venezia Giulia

L'assessore regionale alla Cultura e alla Solidarietà Gianni Torrenti ha incontrato a Roma il prefetto Mario Morcone, capo del Dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione del Ministero dell'Interno, per fare il punto della situazione rispetto ai flussi migratori che interessano il Friuli Venezia Giulia.

«Non c'è nessun particolare allarme ma abbiamo il dovere di pianificare soluzioni possibili per gestire in maniera civile la presenza di queste persone» ha affermato Morcone. «Non ci sono al momento previsioni sui movimenti dei migranti, ma monitoriamo quotidianamente la situazione in modo da non farci trovare impreparati qualora la situazione dovesse coinvolgerci».

Secondo il prefetto «le direttrici dei flussi non sono identificate né chiare, molto dipende dalle scelte che faranno Paesi come Austria, Germania, Slovenia e Croazia. Ci sono rapporti continui tra le autorità comunitarie e questi Paesi - ha spiegato Morcone - e le decisioni che verranno prese probabilmente influenzeranno il flusso dei migranti».

«Con il prefetto Morcone abbiamo affrontato la situazione attuale nell'ottica di comprendere la disponibilità del Governo a trovare soluzioni per quelle persone che ancora non hanno trovato un'adeguata sistemazione nella nostra regione e capire se ci può essere garantito un sostegno rispetto a questa particolare condizione" ha spiegato Torrenti.

«È stata effettuata anche una seria riflessione sulle dinamiche internazionali - ha aggiunto l'assessore - con particolare attenzione rispetto a quello che sta succedendo nei Paesi vicini; in questo caso la situazione non è cambiata rispetto alle settimane scorse. Se è vero che abbiamo avuto alcune centinaia di ingressi dopo un periodo di stasi, la dinamica dei flussi è ancora tutta da comprendere e al momento non suscita particolari preoccupazioni».

Secondo Torrenti «l'obiettivo è quello di non farsi trovare impreparati e studiare modalità di intervento rapido che non creino disagio alla nostra regione. Da parte del prefetto Morcone abbiamo trovato un attentissimo ascolto e grande competenza».


L'incontro ha portato anche a qualche rassicurazione da parte del prefetto. «In particolare - ha sottolineato l'assessore Torrenti - ci è stato assicurato che le strutture adeguate a spese del Governo per l'accoglienza potranno poi rimanere a disposizione della comunità regionale. È stato garantito inoltre che ci sono le risorse per i minori non accompagnati e che sono in corso relazioni tra Italia e Slovenia per rafforzare i controlli di polizia sui confini».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento