Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Via Bonomo

Emergenza profughi a Trieste: affittato un intero stabile in via Bonomo

Tra la preoccupazione degli abitanti della zona, le critiche del Comune per la gestione diretta da parte del Governo (tramite la Prefettura), andranno ad abitare in quel palazzo circa 60 richiedenti asilo: attualmente già ci vivono in 30, ma saranno a breve riqualificati i restanti appartamenti

Torna l'emergenza profughi a Trieste. Addio ai buoni propositi e le parole degli assessori Famulari (alle Politiche sociali del Comune di Trieste) e Torrenti (alla Solidarietà della Regione Fvg) dopo il periodo di crisi (tra gli attacchi politici e la paura e insofferenza dei cittadini) che aveva visto la riaprtura della Sacra Osteria di Campo Marzio, non per la ristorazione, ma per l'accoglienza di un gruppo di richiedenti asilo inizialmente ospitati nelle palestre di via Locchi. Superata quell'emergenza (che aveva fatto registrare oltre 450 rifugiati accolti), i due assessori avevano chiaramento espresso al Governo un tetto massimo: 400 per Trieste e 1600 in Regione

Ebbene ad oggi sono circa 530 i rifugiati accolti in città, ma quello che è più grave, speiga alla stampa l'assessore Laura Famulari, è che gli ultimi arrivi sono stati gestiti direttamente dal Governo tramite la prefettura, senza interpellare il Comune. 

Qualche giorno fa l'allarme era stato lanciato per l'arrivo di 53 richiedenti asilo distribuiti tra Hotel Parenzo a Trieste, e varie camere tra Prosecco e Contovello. Mentre in giorni poi fa molto discutere la scelta di affittare un intero stabile, quello di via Bonomo 3, da parte dell'Ics (Consorzio italiano di solidarietà): in metà dei 15 appartamenti già sono ospitati 30 rifugiati, ma, ultimate le opere di rifacimento interne (e anche esterne), allacciate le forniture, gli opsitati raddoppieranno arrivando a 60. Comprensibile la preoccupazione dei cittadini della zona, spinti non dal razzismo, ma da un «istintivo senso di protezione verso la loro famiglia da persone di cui non si conosce assolutamente niente», ci spiega Marco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza profughi a Trieste: affittato un intero stabile in via Bonomo
TriestePrima è in caricamento