Patuanelli a Trieste: "Ministero vicino alle aziende. Chiusura della Ferriera merito della città"

Le parole del ministro nel corso del dibattito che si è tenuto ieri a Trieste. Ferriera: "Resta il problema legato al futuro della gestione delle aree dismesse"

Sì alla fusione con Stx-Chantiers de l'Atlantique, "ma Fincantieri deve riuscire a portare a un livello più alto tutte le imprese della filiera e dei suoi fornitori". Queste le parole del ministro per lo Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, intervenuto ieri a Trieste.

Come riportato dell'Ansa, per il ministro è necessario rispondere alla guerra dei dazi imposta dall'America e l'espansionismo economico della Cina, come sistema economico europeo. Sulla situazione delle imprese del capoluogo e la pesante burocrazia, il ministro ha dichiarato che: "Il tessuto produttivo è creato da microimprese. Proprio per questo non è possibile intervenire a spot su singole fasi, ma nella sua totalità, mettendo dentro tutto il sistema della burocrazia".
"Cerco di far sentire il Ministero sempre più vicino alle imprese, ma con difficoltà, perchè le emergenze della quotidianeità fanno sì che si debba intervenire sulle questioni giorno per giorno e non con un programma a lungo termine, estremamente necessario".

Sull'impatto economico del Coronavirus sulle imprese italiane, Patuanelli ha rassicurato che, con il ministro Gualtieri, si stanno cercando le risorse per garantire un po' di sostegno alle attività.

Non è mancato il tema Ferriera: "Dal giorno del giuramento abbiamo immediatamente convocato il tavolo di coordinamento con tutte le istituzioni coinvolte. Si sta procedendo quindi a chiudere l'area a caldo e implementare l'area a freddo. Naturalmente a seguito di questa decisione c'è stato il problema occupazionale, ma si stanno organizzando percorsi formativi legati al nuovo impianto di zincatura e verniciatura". Patuanelli ha quindi ricordato la firma dell'accordo con Arvedi dopo il referendum dei lavoratori. "Resta il problema legato al futuro della gestione delle aree dismesse - ha aggiunto -. In merito c'è un'interlocuzione in corso e poi potremo procedere con la firma dell'accordo di programma e iniziare il percorso di chiusura".

Il ministro ha infine sottolineato: "Non c'è un solo merito. Credo che il merito sia di tutta la città che in questi anni ha maturato la consapevolezza che l'impianto, che ha avuto sì un ruolo fondamentale per la città, era ormai arrivato alla fine e doveva essere superato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento