rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Tasse record a Trieste? Cosolini: «Confartigianato rimedi al danno d'immagine»

«Un primato negativo che non rispecchia la realtà»: il sindaco ha scritto al presidente, al segretario generale e al presidente provinciale di Confartigianato in merito alla notizia relativa alla tassazione sugli immobili produttivi «che pone, erroneamente, Trieste quale provincia più tartassata d'Italia»

«Il sindaco Roberto Cosolini - si legge in una nota stampa diramata dal Comune di Trieste - ha scritto al presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti, e al segretario generale, Cesare Fumagalli e al presidente provinciale Dario Bruni in merito all’elaborazione, condotta dell’ufficio studi di Confartigianato e realizzata con dati Istat e ItWorking, relativa alla tassazione sugli immobili produttivi diffusa nei giorni scorsi, che pone, erroneamente, Trieste quale provincia più tartassata d’Italia».

Nella lettera indirizzata ai vertici nazionali di Confartigianato - spiega il comunicato -, il sindaco Cosolini esprime, appunto, stupore per «un primato negativo che non rispecchia la realtà». Infatti si legge nella missiva «il Comune di Trieste ha disposto nel 2014 una tassazione totale del 9,7 su capannoni e una ancora inferiore del 8,45 su negozi e laboratori, ovvero sulle piccole attività, ovviamente comprensive di quota Tasi e quota Imu. L’unica situazione in cui si arriva al 10,6, in ogni caso inferiore all’aliquota che ci è stata attribuita, è nel caso in cui gli immobili siano affittati invece che utilizzati direttamente, ma questo grava, evidentemente, sulla rendita del proprietario che è diverso dall’impresa che vi svolge l’attività». 

A tal fine, rivolgendosi ai vertici di Confartigianato, il Cosolini ha quindi chiesto che venga diffusa una precisazione per rimediare al danno d’immagine: «Poiché è evidente - si legge nella nota del Sindaco - che la notizia ha provocato, in mondo certo involontario, un danno d'immagine all’Amministrazione e, considerata anche la sensibilità che vi è di questi tempi sui livelli di imposizione fiscale, vi chiediamo, cortesemente, di voler provvedere a una precisazione agli organi di informazione che hanno pubblicato la rilevazione, attribuendoci in modo errato questo primato negativo».

La lettera si conclude con un invito del sindaco di Trieste al presidente Merletti e al segretario generale Fumagalli a visitare la nostra città in una prossima occasione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse record a Trieste? Cosolini: «Confartigianato rimedi al danno d'immagine»

TriestePrima è in caricamento