menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Arrivo gli Avvisi di Esatto per Pagare la Tassa "su Scovazze & Servizi"

TARES, IL NUOVO TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI: NEI PROSSIMI GIORNI LA SOCIETÀ ESATTO INVIERÀ AI CONTRIBUENTI UN AVVISO PER IL PAGAMENTO DELL’ACCONTO 2013.SARÀ SUDDIVISO IN DUE RATE SCADENTI IL 31 MAGGIO E IL 31 LUGLIO.PER INFORMAZIONI...

TARES, IL NUOVO TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI: NEI PROSSIMI GIORNI LA SOCIETÀ ESATTO INVIERÀ AI CONTRIBUENTI UN AVVISO PER IL PAGAMENTO DELL'ACCONTO 2013.
SARÀ SUDDIVISO IN DUE RATE SCADENTI IL 31 MAGGIO E IL 31 LUGLIO.
PER INFORMAZIONI ATTIVO IL NUMERO VERDE 800-800.880

Il Comune di Trieste informa che nel corrente anno 2013 (ai sensi dell'articolo 14 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modificazioni) è entrato il vigore in tutti i comuni del territorio nazionale il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi TARES, a copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati nonché dei costi relativi ai servizi indivisibili degli enti (illuminazione pubblica, manutenzione delle strade ecc.).


In particolare, per la copertura dei costi dei suddetti servizi indivisibili il nuovo tributo comprende una maggiorazione che, per l'anno in corso, è di 0,30 Euro per metro quadrato ed è riservata allo Stato.
Contemporaneamente, sempre a decorrere dal 2013, è stata soppressa la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni (TARSU) nonché le addizionali comunali di legge che erano pari al 10% della tassa medesima (ex ECA e MECA).

Da rilevare che per la nuova TARES il legislatore ha introdotto (nell'articolo 10 del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35) la possibilità per i comuni di riscuotere tale tributo in acconto, sulla base degli importi 2012 riferiti alla precedente TARSU.
Per il Comune di Trieste le rate di acconto sono state fissate al 31 maggio e al 31 luglio e sono state calcolate - come detto - sulla base della TARSU 2012, escluse le preesistenti addizionali comunali del 10%.

In tal senso, nei prossimi giorni la società Esatto invierà ai contribuenti un avviso di pagamento con l'acconto della TARES 2013, suddiviso in due rate scadenti il 31 maggio e il 31 luglio.

La rata a saldo dell'anno 2013, che verrà successivamente calcolata con le nuove tariffe TARES, verrà quindi richiesta con un ulteriore avviso di pagamento recapitato da Esatto e che avrà scadenza al 30 novembre 2013.
In quest'ultima rata dell'anno verranno scomputati gli importi già pagati nelle due rate di acconto e verrà calcolata la maggiorazione per i servizi indivisibili di spettanza dello Stato.
In seguito, contestualmente all'invio degli avvisi di pagamento del 2014, l'Esatto S.p.A. calcolerà eventuali somme a conguaglio per le variazioni intercorse nel 2013.

In proposito l'Assessore comunale alle Risorse Finanziarie Matteo Montesano rileva come le rate - "modulate" per questa prima "esperienza" con la Tares sulla base dell'importo della Tarsu dell'anno precedente - siano state fissate dal Comune in momenti diversi e distanti da quelli previsti per l'IMU proprio per evitare la sovrapposizione con le rate di quest'altra Imposta. E anche la maggiorazione di 0,30 Euro al metro quadro, riservata allo Stato, viene posticipata con il pagamento del saldo al 30 novembre.

Per qualsiasi ulteriore informazione si può contattare il Numero Verde 800-800.880.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento