rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

A vela da Trieste a Hong Kong, navigando verso il canale di Suez

Fabrizio Pizzioli e Matthew Hampton Wakelling stanno compiendo un viaggio straordinario dall'Adriatico alla Cina, navigando idealmente sulla via della Seta. "We sail the silk road" è il nome della loro impresa. Nell'articolo il racconto della seconda settimana

17 marzo: il canale di Corinto

Di mattina, spinti da un vento constante accompagnato da onde di 2-3 metri, raggiungiamo rapidamente il canale di Corinto preceduti di poco da una piccola nave con cui abbiamo gareggiato. Trainata da un piccolo rimorchiatore, la seguiamo a distanza mentre ci godiamo lo spettacolo di un canale pensato da Nerone, ma completato solamente nel 1893. È uno spettacolo lungo 6345 metri e indubbiamente entusiasmante con costoni di roccia, che scendono per 25 metri, attraversati da qualche ponte dal quale i gitanti domenicali ci salutano. 

Lo spettacolo costa 300 euro, che onestamente non avremmo speso se Mr. Magoo non avesse insistito per la rotta che ci avrebbe garantito vento stupendo nel mare Egeo – ma che secondo me mal celava la voglia dell’inglese tremante di vedere il canale. (continua, qui il link per rileggere la prima settimana). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A vela da Trieste a Hong Kong, navigando verso il canale di Suez

TriestePrima è in caricamento