menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cronaca

In piazza Libertà "Un ponte di corpi" a sostegno dei migranti

La manifestazione lanciata da Lorena Fornasir si è tenuta in contemporanea in diverse città europee. Presenti un centinaio di manifestanti

Foto UnitedCultures

Circa un centinaio di persone si sono riunite oggi, 6 marzo, in piazza Libertà a Trieste per l'iniziativa  "Un ponte di corpi" promosso dall'attivista dell'associazione di volontariato e assistenza ai migranti Linea d'Ombra, Lorena Fornasir. Lo ha riportato l'Ansa. Diversi partecipanti hanno preso parte alla manifestazione vestiti con i sacchi della spazzatura perchè è così che  "sono considerati i corpi dei migranti che in terra di Croazia vengono picchiati, umiliati e violentati prima di essere respinti", o con abiti neri e un foulard rosso attorno alla testa come le madri di Plaza de Mayo, trasferendo simbolicamente l'esperienza argentina a quella della rotta balcanica. La manifestazione è stata organizzata dall'associazione "UnitedCultures", che ha aderito al manifesto assieme a tante città europee, dalla Grecia, ai Balcani e fino alla Spagna.

157522581_1365157060504334_5794014485280635990_n-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza Libertà "Un ponte di corpi" a sostegno dei migranti

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento