Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

In Vista della Bora il Comune Abbatte Alberi Potenzialmente Pericolosi

Nell’ambito della gestione delle alberature urbane e al fine di contenere il rischio di schianti arborei, il Servizio Spazi Aperti e Spazi Verdi Pubblici del Comune di Trieste comunica che dovrà provvedere all’abbattimento di diversi alberi...

Nell'ambito della gestione delle alberature urbane e al fine di contenere il rischio di schianti arborei, il Servizio Spazi Aperti e Spazi Verdi Pubblici del Comune di Trieste comunica che dovrà provvedere all'abbattimento di diversi alberi seriamente danneggiati e irrecuperabili, classificati come potenzialmente pericolosi in varie vie della città, tra le quali via Rossetti, viale XX Settembre, viale Miramare, viale al Cacciatore, via Concordia.
Tale decisione è sorta a seguito di rilievi strumentali e analisi visive eseguiti sulle alberature, con il metodo V.T.A., da parte di tecnici agronomi e forestali specializzati incaricati dal Comune a seguito dei sempre più frequenti danni causati dagli eventi di Bora.

Il metodo V.T.A. (Visual Tree Assesment) è un metodo di indagine visiva degli alberi, riconosciuto in molti paesi, per la valutazione della condizione strutturale dell'albero su basi biomeccaniche e conseguentemente per l'individuazione del rischio di schianto o rottura dell'esemplare arboreo.
La procedura V.T.A. è composta di tre fasi: l'ispezione visiva, l'esame e identificazione dei difetti, le misurazioni e l'analisi strumentale.

L'ispezione visiva comporta l'individuazione e la valutazione di sintomi e danni esterni e la verifica dello stato vegetativo e fitosanitario dell'albero; comporta quindi un accurato esame dell'albero per l'individuazione dei sintomi che indicano la presenza di difetti meccanici e di avversità fitopatologiche.
L'ispezione viene effettuata, nei limiti del possibile, anche nella parte più prossima alla parte basale del fusto dell'apparato radicale.

L'esame e identificazione dei difetti e dei deficit riscontrati nel corso della prima fase comporta la "pesatura" dei difetti meccanici che possono presentarsi in un esemplare arboreo quali: cavità visibili dall'esterno al fusto o al colletto; rigonfiamenti della corteccia (di tipo longitudinale, spiralato o localizzato con possibilità di fratture interne); corteccia interclusa; nonché dei sintomi di alterazioni del normale sviluppo vegetativo, di avversità di tipo parassitario o abiotico quali: presenza di corpi fruttiferi fungini; ferite e carie del legno; presenza di grosse ferite; emissioni liquide da ferite aperte; crescita stentata, organi vegetali di aspetto o dimensioni anomale; colorazioni anomale degli organi vegetali.

Le misurazioni e l'analisi strumentale dei sintomi e danni che risultano essere critici, compresa la valutazione della resistenza meccanica residua dell'albero, vengono eseguite nel caso in cui i soggetti arborei esaminati manifestino uno o più difetti tra quelli sopra elencati. In questo caso vengono eseguite delle analisi più approfondite con l'utilizzo di percussioni con martello a impulsi e strumenti che misurano la resistenza dei tessuti legnosi (Resistograph) in modo da stimare la localizzazione del punto debole e la sua espansione assiale.

Se dimensionando il difetto si ha la prova di un'alta probabilità di rottura e l'albero è scarsamente vitale, allora è da sostituire.
Se deve essere assolutamente risparmiato, perché è un esemplare raro, carico di storia, presente in un'area protetta come un parco, allora è possibile ridurre i rischi di schianto con opportuni interventi di tipo manutentivo straordinario a carico della chioma, molto onerosi, con la finalità di "mantenere in sicurezza" il soggetto arboreo monumentale.

Si precisa che gli alberi abbattuti - solo per motivi di sicurezza - saranno sistematicamente sostituiti da altri giovani esemplari e in alcuni casi utilizzando specie più adatte alle risapute difficili condizioni ambientali e pedoclimatiche dell'ambiente urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Vista della Bora il Comune Abbatte Alberi Potenzialmente Pericolosi

TriestePrima è in caricamento