menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inaugurata la Scuola Slataper dopo i Lavori di Restauro

Taglio del nastro oggi alla scuola primaria “S. Slataper” di via della Bastìa, a San Giacomo, per il Sindaco Roberto Cosolini – assieme agli assessori ai Lavori Pubblici Elena Marchigiani e all’Educazione Antonella Grim - terminati gli importanti...

Taglio del nastro oggi alla scuola primaria "S. Slataper" di via della Bastìa, a San Giacomo, per il Sindaco Roberto Cosolini - assieme agli assessori ai Lavori Pubblici Elena Marchigiani e all'Educazione Antonella Grim - terminati gli importanti lavori di restauro che si sono svolti in due lotti distinti.

Una folla festosa di bambini ha accolto il Sindaco Cosolini che li ha aiutati nel simbolico gesto del taglio del nastro della loro scuola, circondati dal personale, insegnanti, genitori e numerosi intervenuti, tra cui il dirigente scolastico della Slataper Mauro Dellore e la direttrice generale dell'Ufficio scolastico regionale per il Friuli Venezia Giulia Daniela Beltrame.

Gli interventi del primo lotto - che si sono svolti dal 10 marzo 2008 al 27 agosto 2009 - hanno riguardato essenzialmente il restauro dell'involucro esterno dell'intero complesso che comprende anche la scuola "Timeus" e tutto l'isolato situato tra le vie dell'Istria, Largo Pestalozzi, via del Molino a Vento e via della Bastìa: rifacimento di tutti gli intonaci esterni, compresi quelli insistenti sul cortile interno, con restauro delle finiture di pregio e particolare cura nel conservare e restaurare le modanature e le campiture originali.

In particolare, è stato effettuato il restauro degli ornamenti originali in malta e degli elementi in pietra delle finestre, nonchè della fascia di decoro sotto linda e della zoccolatura perimetrale in pietra; la scelta cromatica finale è stata concordata con la locale Soprintendenza, anche attraverso la ricerca e la verifica di disegni d'archivio originali a colori.

Inoltre, è stato eseguito il rifacimento del tetto con sostituzione di tutto il piano di posa in legno con interventi di consolidamento delle travi costituenti la grande orditura, sostituzione totale della piccola orditura, e realizzazione di un nuovo manto di impermeabilizzazione in guaina del nuovo piano di posa. Sono stati anche rifatti totalmente il manto di copertura in coppi, tutte le grondaie, i pluviali, compluvi e lucernai, compresa la manutenzione dei camini.

Il restauro completo di tutto l'edificio è stato realizzato nel periodo dal 30 marzo 2010 al 22 luglio 2011 e ha riguardato in prevalenza gli ambienti interni, tenendo conto delle normative vigenti di antincendio, impiantistica elettrica e idrotermosanitaria e l'accessibilità ai diversamente abili con l'abbattimento delle barriere architettoniche. Nello specifico è stato eseguito un intervento all'ingresso monumentale su via della Bastìa, con la valorizzazione degli elementi architettonici come lo scalone, le colonne e le pareti. Sono state sostituite le colonne montanti dei blocchi servizi nei piani e ridistribuiti gli spazi interni con la predisposizione di due servizi igienici per piano riservati ai disabili. Il nuovo ascensore consentirà loro di accedere direttamente dal piano seminterrato ( e da un nuovo accesso a loro riservato) che collegherà a via Bastìa.

Il costo dei lavori del primo lotto ammonta a euro 1.890.000,00, finanziati con proventi da alienazioni; il secondo lotto : euro 1.400.000,00 finanziati tramite mutuo assistito da contributo regionale.

"E' una bella festa quella di oggi per una scuola all'insegna dell'impegno e dello studio tutta rinnovata e sicura - ha detto il Sindaco Cosolini -. Questa è stata una ristrutturazione importante con messa in campo di grandi risorse che vede la partecipazione delle istituzioni come la Regione il cui aiuto auspichiamo anche per i prossimi interventi". Anche gli assessori Grim e Marchigiani hanno ribadito l' "importanza della riqualificazione degli spazi e degli edifici dedicati ai giovani dove poter crescere e imparare per costituire la 'cittadinanza attiva' . E' perciò essenziale lavorare tutti assieme condividendo le progettualità per potere vivere al meglio nelle scuole, parti attive delle comunità rionali".

La direttrice regionale Beltrame ha quindi elogiato l'opera di restauro compiuta nell'edificio scolastico "che non può che stimolare i ragazzi ad una rinnovata volontà di studio facendone motivo di orgoglio per tutta la comunità".

I ragazzi della scuola primaria hanno quindi messo in scena per l'occasione una breve suggestiva rappresentazione ispirata ai racconti di Slataper. I festeggiamenti si sono infine conclusi sulle note della Fanfara dei Bersaglieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento