menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sant'Antonio rimessa a nuovo, Dipiazza: "Risultato straordinario"

Inaugurata oggi la Chiesa di S.Antonio Taumaturgo. Per i lavori di ristrutturazione sono stati spesi 890 mila euro

E' stata inaugurata oggi, 10 gennaio, la Chiesa di S.Antonio Taumaturgo, al termine dei lavori di ristrutturazione e consolidamento del terzo e ultimo Lotto che hanno interessato la facciata di via delle Torri e i risvolti su via Paganini e Ponchielli oltre agli interventi sulle Torri campanarie.  “Sono molto soddisfatto per il lavoro eccezionale compiuto dalla ditta sulle facciate e in particolare sulle torri campanarie dove sono state effettuati con grande perizia interventi molto particolari per ridare pieno splendore allo storico importante ‘monumento’ della nostra città - ha dichiarato il Sindaco Roberto Dipiazza -. Grazie a tutti, tecnici e dirigenti comunali e alle rappresentanze, per la preziosa collaborazione che ha portato a questo straordinario risultato”.

“L’ultimo Lotto ha concluso definitivamente le importanti opere di ristrutturazione e di consolidamento, già avviate con il primo Lotto nel 2010 – ha rilevato l’assessore Elisa Lodi - e che poi, nella fase finale, assegnati nel 2018, hanno interessato la facciata di via delle Torri e il rifacimento degli intonaci, nonché le Torri campanarie. Un intervento complesso che è stato realizzato sapientemente superando ogni problematica, tenendo anche presente che si tratta di una zona pedonale molto frequentata e nessuno si è mai lamentato”.

82135512_2196168700678365_2761978131005833216_n-2

Aspetti tecnici

Il rappresentante della ditta Paolo Dri ha ricordato le difficoltà incontrate e superate abilmente con particolari accorgimenti, specie nella messa in sicurezza e nell’esecuzione del rifacimento delle Torri campanarie con l’introduzione di un sistema di tiranti, grazie all’esperienza acquisita, senza contare i quindici anni trascorsi sulla piazza di Trieste. (Sulle due celle campanarie poste all’interno delle due torri, si è potuto rilevare un progressivo degrado degli elementi murari a causa delle azioni dinamiche impresse dall’oscillazione periodica delle campane all’interno dell’incastellatura metallica).

Grande soddisfazione per la conclusione dei lavori è stata espressa dal parroco Don Giursi che ha manifestato gratitudine nei confronti di Regione e Comune di Trieste per un intervento di così grande importanza su un monumento religioso che fa parte della storia della città.

82040019_2564688210470073_8569455840040321024_n-2

Spesi 890 mila euro

Il consigliere Bruno Marini ha quindi illustrato l’iter che ha consentito la realizzazione dell’opera di riqualificazione: “Un impegno che era già iniziato nei tre anni in cui Roberto Dipiazza, all'epoca consigliere regionale, si era prodigato per il completamento dei lavori di un edificio sacro che è tra i principali e più grandi nel centro di Trieste. Nella finanziaria 2009 era stato approvato uno stanziamento di un milione e seicentomila euro per le facciate laterali e sulla piazza, purtroppo non sufficienti per completare l’opera sulla facciata di via delle Torri e altri interventi di manutenzione e consolidamento necessari. Mancava un milione di euro. Anche grazie alla presidente Serracchiani, che nell’estate 2015 venne a constatare i lavori – ha aggiunto - è stato approvato lo stanziamento regionale di 500mila euro andato a sommarsi ai 390mila del Comune di Trieste, per un costo totale, conclusivo dell’opera, di 890 mila euro. E che ha permesso di avviare l'intervento su questa ultima quarta facciata. Finalmente – ha concluso Marini - si può ridare il giusto decoro a una delle Chiese più importanti della città, anche per la forte valenza turistica, essendo collocata in una zona di grande passaggio. Questo è un ottimo risultato frutto di una fattiva collaborazione tra vari Enti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento