menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Schianto tra camion su A4: chiuso il tratto Villesse - Palmanova

In direzione Venezia. Uscito miracolosamente illeso dalle lamiere contorte un camionista. Un ferito grave trasportato in ospedale

Terribile schianto tra mezzi pesanti questa mattina sulla A4, nel tratto che da Villesse porta allo snodo di Palmanova, in direzione Torino. Come riporta Udine Today è accaduto al chilometro 497.5, verso le 6.30, quando non era ancora sorta l'alba. 

L'incidente e i soccorsi

Si è trattato di un tamponamento fra due mezzi pesanti, uno dei quali è finito di traverso bloccando la carreggiata e perdendo il carico che trasportava. Dopo il sinistro, un autista è riuscito ad uscire illeso dalla cabina del suo autoarticolato in frantumi e deformato dopo il terribile tamponamento che lo aveva visto coinvolto. Sul posto sono intervenuti gli ausiliari alla viabilità di Autovie Venete, gli agenti della Polizia Stradale di Palmanova, i vigili del fuoco e i sanitari, giunti anche con l'elisoccorso decollato dalla base Suem di Campoformido. Un ferito grave è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni.

Chiuso il tratto Villesse-Palmanova

Attualmente è stata indetta l'uscita obbligatoria a Villesse con conseguente chiusura dell'entrata in direzione Venezia. Si segnalano code e traffico rallentato tra Redipuglia e Villesse e tra San Giorgio di Nogaro e Villesse. Attualmente (ore 8.00) la viabilità risulta congestionata in vari punti della A4: sono tre i chilometri di coda nel tratto interessato dall’impatto, ci sono rallentamenti fra Redipuglia e Villesse in direzione Venezia e code di cinque chilometri fra San Giorgio di Nogaro e Villesse verso Trieste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento