Incidente in ex Gvt: tre auto coinvolte, un ferito

Sul posto Polizia locale, Anas, Vigili del fuoco e 118. Uscita obbligatoria in via Caboto per 40 minuti

Ancora uno schianto sull'ex Gvt all'altezza dell'ormai "famosa" curva dell'Italcementi. Scena di decine di incidenti negli ultimi mesi, tutti vedevano la complicità dell'asfalto bagnato con la velocità di guida non idonea alle condizioni della strada; anche oggi sembra che il primo dei due incidenti correlati sia avvenuto per le medesime cause. 

Erano le 16.15 quando una Toyota Yaris con alla guida un ragazzo di 28 anni, L.A. le iniziali, ha perso il controllo ed è andata a sbattere contro i guard rail di cemento per poi fermare la sua corsa sulla corsia di sorpasso poco più avanti. Nel mentre stava sopraggiungendo una Fiat Punto con alla guida S.R. (del '59, anche lui maschio) che è riuscito a fermarsi in tempo per evitare l'impatto con la Yaris; purtroppo per lui però un furgone, un Volkswagen Caddy non si è fermato in tempo andando a colpire la Punto. 

Contrariamente a quanto comunicato in precedenza, il conducente del furgone non si è dato alla fuga, ma dopo ha lasciato i propri dati al conducente della Punto per evitare di stare in mezzo alla strada pericolosamente; poi dopo, S.R. ha chiesto l'intervento del personale sanitario e per questo la Polizia locale ha dovuto rintracciare il conducente del Caddy. 

Il tratto di ex Gvt è stato chiuso con uscita obbligatoria in via Caboto (per circa 40 minuti) così da permettere al personale della Polizia locale, Vigili del fuoco, 118 e Anas di soccorrere i feriti, ripristinare la sicurezza della strada, effettuare i rilievi di rito: solo S.R., il conducente della Fiat Punto è stato trasportato all'ospedale di Cattinara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Test Invalsi obbligatori per superiori e medie, ecco le date e i contenuti delle prove

  • Errore tecnico dell’Inps nel calcolo delle pensioni di dicembre e gennaio: ecco cosa fare

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento