Schianto frontale in galleria Montebello: due persone a Cattinara

Intervenuta l'ambulanza e l'automedica oltre alla Polizia Locale. Il conducente 71enne di una Peugeot 308 avrebbe perso il controllo del mezzo finendo nella corsia opposta e urtando altre due auto

Un incidente che ha coinvolto 3 auto si è verificato nella galleria di Montebello alle 13:10 di oggi, giovedì 3 ottobre. L'impatto  ha causato due feriti che sono stati portati all'ospedale di Cattinara dall'ambulanza del 118, intervenuta con l'automedica. Una terza persona ha rifiutato i soccorsi, gli altri due non avrebbero riportato ferite gravi. Sul posto la Polizia Locale per la viabilità e i rilievi.

La dinamica

Secondo le prime ricostruzioni, ancora da accertare, una Peugeot 308 con alla guida un uomo di 71 anni (R.R. le iniziali) aveva appena imboccato la galleria in direzione del cimitero di Sant'Anna e, per motivi ancora da accertare (forse un malore), è andato a invadere la corsia opposta 50 metri prima di piazza Foraggi, colpendo la fiancata sinistra di una Ford Fiesta e poi frontalmente una Opel Insigna. La conducente della Fiesta, una donna di 41 anni con iniziali Z.U. e il conducente della Peugeot sono stati portati in ospedale mentre l'uomo a bordo della Opel (il 65enne T.M.) ha rifiutato le cure. Ingenti i danni ai veicoli, tanto che sono stati chiamati tre carri attrezzi per rimuoverli. Per circa un'ora è stato istituito il senso unico alternato, causando disagio al traffico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento