Cronaca

Soccorso terapia intensiva neonatale: incontro Burlo- Vvf per definire la procedura

Si tratta di un documento che indica gli aspetti tecnico/procedurali legati all’esodo/soccorso, in caso di incendio o pericolo, dei neonati prematuri che ricevono le prime cure nei reparti di terapia intensiva

Ieri martedì 19 dicembre 2017, presso l’Irccs Burlo Garofolo di Trieste, il Comandante dei Vigili del Fuoco di Trieste, l’ing. Natalia Restuccia ed il Direttore Generale dell’Istituto, dott. Gianluigi Scannapieco, hanno firmato la scheda tecnica legata alla procedura operativa standard relativa al soccorso ai bambini presenti in terapia intensiva neonatale (T.I.N.).
Si tratta di un documento che indica gli aspetti tecnico/procedurali legati all’esodo/soccorso, in caso di incendio o pericolo, dei neonati prematuri che ricevono le prime cure nei reparti di terapia intensiva neonatale; tale documento deve essere necessariamente sviluppato tramite un’attenta capacità di sintesi sull’argomento.

In questi reparti, infatti, i neonati prematuri ricevono le prime cure in ambienti in cui non è possibile riprodurre completamente le caratteristiche contenitive, rassicuranti e affettive peculiari della vita intrauterina (periodo di sviluppo del feto all’interno dell’utero materno, compreso tra il concepimento e la nascita) ed è per questo che, spesso, la loro situazione di degenza non consente, in caso di emergenza, un’azione di soccorso standard.

vvf burlo-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soccorso terapia intensiva neonatale: incontro Burlo- Vvf per definire la procedura

TriestePrima è in caricamento