menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rosso Istria, de’Vidovich: «Ok di Fedriga a programmazione nelle scuole»

Incontro tra il Presidente della Regione Massimiliano Fedriga ed il Presidente dei Dalmati di Trieste Renzo de’Vidovich riguardante il film sull’infoibamento degli italiani ed il martirio di Norma Cossetto ed alcuni punti inerenti l'Università popolare

Programmazione nelle scuole

Il giorno successivo alla presentazione da parte della Regione Veneto del film Rosso Istria riguardante l’infoibamento degli italiani ed il martirio di Norma Cossetto il Presidente dei Dalmati di Trieste on. Renzo de’Vidovich è stato ricevuto dal Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia on. Massimiliano Fedriga.  
 «Il Presidente Fedriga – precisa in un suo comunicato la Fondazione Rustia Traine – è apparso molto informato su quanto era stato fatto dalla Regione Veneto ed ha mostrato ampia disponibilità in ordine alla programmazione del detto film nelle scuole della nostra Regione, sulla falsariga di quanto ha già programmato la Regione Veneto».  

Rosso Istria, il film su Norma Cossetto

Università popolare

L’on. de’Vidovich ha auspicato anche una rapidissima nomina del nuovo Presidente dell’Università popolare di Trieste, la cui indicazione spetta solo e soltanto al Presidente della Regione Fvg Fedriga ed ha chiesto che i rappresentanti dei soci, dimissionari, siano tempestivamente sostituiti dai primi dei non eletti, ancorché il loro mandato scada tra pochi mesi.  
 De’Vidovich ha sottolineato, inoltre, che «l’Università popolare di Trieste è investita da quest’anno di nuovi poteri che riguardano l’assegnazione di fondi spettanti alle Comunità italiane d’oltre confine e per gli appalti inerenti la conservazione e ristrutturazione di 52 immobili acquistati con fondi dello Stato italiano ma, curiosamente, intestati in proprietà a due associazioni private, Unione italiana di Fiume e quella di Capodistria, nonché il finanziamento dei giornali che si stampano a Fiume e che finora erano assegnati senza che lo Stato italiano vigilasse sulla libertà dei giornalisti, degli uomini di cultura e dei dirigenti delle singole Comunità italiane, con grave danno per la funzionalità sia delle nostre Comunità in Istria, Fiume e Dalmazia, ridotte a lumicino, che per la vendita al pubblico dei detti giornali, ridotta ai minimi termini».

Università popolare, riunione del direttivo

«Bisognerà, infine, rivedere anche l’intera composizione del direttivo dell’UpT, perché non è ammissibile che all’erogazione dei fondi per le Associazioni degli esuli spettanti da quest’anno all’UpT sia presente e determinante il Presidente di un’Associazione che si è assegnata in passato oltre il 50% dei fondi disponibili».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Non fossilizziamoci sul coprifuoco, riaprire in massima sicurezza"

  • Cronaca

    Appartamento "centrale di spaccio" in piazza Foraggi: arrestato 36enne

  • Cronaca

    Turismo: da metà maggio arriva il green pass per viaggiare in Italia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento