Rosso Istria, de’Vidovich: «Ok di Fedriga a programmazione nelle scuole»

Incontro tra il Presidente della Regione Massimiliano Fedriga ed il Presidente dei Dalmati di Trieste Renzo de’Vidovich riguardante il film sull’infoibamento degli italiani ed il martirio di Norma Cossetto ed alcuni punti inerenti l'Università popolare

Programmazione nelle scuole

Il giorno successivo alla presentazione da parte della Regione Veneto del film Rosso Istria riguardante l’infoibamento degli italiani ed il martirio di Norma Cossetto il Presidente dei Dalmati di Trieste on. Renzo de’Vidovich è stato ricevuto dal Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia on. Massimiliano Fedriga.  
 «Il Presidente Fedriga – precisa in un suo comunicato la Fondazione Rustia Traine – è apparso molto informato su quanto era stato fatto dalla Regione Veneto ed ha mostrato ampia disponibilità in ordine alla programmazione del detto film nelle scuole della nostra Regione, sulla falsariga di quanto ha già programmato la Regione Veneto».  

Rosso Istria, il film su Norma Cossetto

Università popolare

L’on. de’Vidovich ha auspicato anche una rapidissima nomina del nuovo Presidente dell’Università popolare di Trieste, la cui indicazione spetta solo e soltanto al Presidente della Regione Fvg Fedriga ed ha chiesto che i rappresentanti dei soci, dimissionari, siano tempestivamente sostituiti dai primi dei non eletti, ancorché il loro mandato scada tra pochi mesi.  
 De’Vidovich ha sottolineato, inoltre, che «l’Università popolare di Trieste è investita da quest’anno di nuovi poteri che riguardano l’assegnazione di fondi spettanti alle Comunità italiane d’oltre confine e per gli appalti inerenti la conservazione e ristrutturazione di 52 immobili acquistati con fondi dello Stato italiano ma, curiosamente, intestati in proprietà a due associazioni private, Unione italiana di Fiume e quella di Capodistria, nonché il finanziamento dei giornali che si stampano a Fiume e che finora erano assegnati senza che lo Stato italiano vigilasse sulla libertà dei giornalisti, degli uomini di cultura e dei dirigenti delle singole Comunità italiane, con grave danno per la funzionalità sia delle nostre Comunità in Istria, Fiume e Dalmazia, ridotte a lumicino, che per la vendita al pubblico dei detti giornali, ridotta ai minimi termini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Università popolare, riunione del direttivo

«Bisognerà, infine, rivedere anche l’intera composizione del direttivo dell’UpT, perché non è ammissibile che all’erogazione dei fondi per le Associazioni degli esuli spettanti da quest’anno all’UpT sia presente e determinante il Presidente di un’Associazione che si è assegnata in passato oltre il 50% dei fondi disponibili».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento