Cronaca

Incontro Fao, Giorgio Cecco: «Anche i giovani di FareAmbienteFvg a Roma»

Giorgio Cecco coordinatore regionale del movimento ecologista FareAmbiente: «Una partecipazione significativa per la nostra Regione»

In foto Giorgio Cecco e Riccardo Pilat

Anche Trieste e il Friuli Venezia Giulia saranno protagonisti al prossimo Committee on Food Security che si terrà il prossimo 17 Ottobre presso la sede della FAO (Food&Agricolture Organization) a Roma con un proprio esponente, Riccardo Pilat, coordinatore regionale giovani di FareAmbiente Friuli Venezia Giulia. 

Si tratta di un evento in cui si affronteranno tematiche globali, in particolare la sicurezza alimentare. Quattro giorni di discussioni e negoziazioni assieme a esponenti della società civile provenienti da tutto il mondo.

«Una partecipazione significativa per la nostra Regione - ha sottolineato Giorgio Cecco coordinatore regionale del movimento ecologista - la sicurezza alimentare è una delle voci fondamentali per la qualità della vita e il Friuli Venezia Giulia con le sue caratteristiche culturali, storiche e territoriali può portare un contributo importante proprio attraverso i rappresentanti della nostra associazione che è parte attiva nell'informazione e sensibilizzazione di tematiche come questa».

«La partecipazione ad una discussione internazionale ci dà la possibilità di aprire un’interessante canale di collaborazioni, di sinergie per la creazione di nuove proposte per aiutare la politica ambientale italiana e regionale. Un primo passo importante che ci rende attenti osservatori sul futuro della politica agricola e dell’agenda di sostenibilità nel panorama globalizzato» ha dichiarato Riccardo Pilat.
A guidare la delegazione sarà Antonio Pezzopane, il quale come Pilat porterà avanti i principi fondanti del movimento in un dibattito globale. 

Secondo Pezzopane: «L’ambientalismo ragionevole promosso per la prima volta in Italia dal fondatore dell’associazione Vincenzo Pepe, sarà inserito fra le tante voci dell’assemblea aiutando così la circolazione di idee sulla cultura ambientale per migliorare la sostenibilità dell’Italia. Per queste ragioni oltre che sulla nostra presenza, contiamo sulla possibilità di agire da catalizzatori affinché altre realtà italiane ed europee si impegnino nel Comitato». 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontro Fao, Giorgio Cecco: «Anche i giovani di FareAmbienteFvg a Roma»

TriestePrima è in caricamento