Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Incontro Fvg-Serbia: sostegno per le vittime dell'alluvione e progetti commerciali

La presidente Serracchiani ha incontrato l'ambasciatore Ana Hrustanovic a Roma: tra i temi trattati anche l'ingresso della Serbia nell'Unione Europea

La presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha incontrato oggi a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione, l'ambasciatore della Repubblica di Serbia Ana Hrustanovic. L'ambasciatore ha subito voluto ringraziare il Friuli Venezia Giulia ''per l'aiuto e l'appoggio cruciale'' offerto alla popolazione serba colpita dall'inondazione, ed ha rimarcato come il suo Paese stia vivendo ''momenti terribili'' (clicca qui per le modalità d'aiuto economico e con generi di prima necessità).

La presidente ha spiegato il ruolo della Regione nel coordinamento della Protezione civile all'interno della Conferenza delle Regioni, ha offerto all'Ambasciata serba a Roma di stabilire un contatto diretto e operativo con l'assessore Paolo Panontin, che è delegato alla Protezione civile regionale, ed ha assicurato che saranno attivate altre forme di pubblicizzazione sulle modalità di aiuto attraverso il sito web della Regione.

L'ambasciatore Hrustanovic ha quindi illustrato lo stato del negoziato di adesione del suo Paese alla Ue, avviato ufficialmente il 21 gennaio scorso, ricevendo dalla presidente del Friuli Venezia Giulia la conferma di un pieno sostegno di questo iter, in sintonia con l'orientamento dell'Italia. Evidenziando il ruolo dalla Serbia come 'ponte' verso altri Paesi, quali la Russia, il Kazakhstan o la Bielorussia, l'ambasciatore Hrustanovic ha sottolineato che tale opportunità non è in chiave di delocalizzazione, bensì di una vera internazionalizzazione delle imprese finalizzata a un mutuo vantaggio.

Nel corso del colloquio, preparatorio a una missione istituzionale e commerciale che la presidente della Regione guiderà a Belgrado, è stata ribadita la strategicità per l'Italia del rapporto con i Balcani occidentali, e del ruolo che il Friuli Venezia Giulia sta rafforzando quale facilitatore dell'interlocuzione triangolare Italia-Ue-Serbia. Il Friuli Venezia Giulia, infatti, è il coordinatore per le Regioni italiane del Pilastro 2 ''Trasporti ed energia'' della Macrostrategia Adriatico-Ionica, mentre la Serbia e l'Italia sono coordinatori del medesimo Pilastro per il versante nazionale.

Oltre a progetti d'ambito trasportistico, a possibili collaborazioni tra parchi tecnologici ed enti di ricerca, durante l'incontro si è parlato anche di energie rinnovabili, in relazione a un accordo in via di finalizzazione che comprende Bosnia Erzegovina, Serbia, Montenegro e Italia, inteso in particolare a valorizzare la potenzialità idroelettrica di questi Paesi.

L'ambasciatore Hrustanovic ha espresso la sua gratitudine per l'appoggio dato dalla Regione alla Comunità Serba di Trieste e alla sua Chiesa di San Spiridione, definita ''cuore dei Serbi in Italia''.

Il commiato tra la presidente della Regione e l'ambasciatore è stato suggellato dall'impegno comune di condividere un evento in Friuli Venezia Giulia, dedicato all'allargamento della Ue alla Serbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incontro Fvg-Serbia: sostegno per le vittime dell'alluvione e progetti commerciali

TriestePrima è in caricamento