Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Via Pasquale Revoltella

"Incubo" skate: altri quattro ragazzini fermati dalla Polizia locale

Tre di loro, nei pressi della caserma San Sebastiano, zigzagavano sul marciapiede tra i pedoni

«Lo skate non è un mezzo di trasporto e la strada non è il luogo adatto; per le evoluzioni ci sono i parchi appositamente designati: quello di Trieste si trova nell'area verde di Altura, vicino alle scuole». A dirlo è la Polizia locale di Trieste che nei giorni scorsi aveva identificato sei giovani skater tra i 14 e i 16 anni incubo degli automobilisti e che si facevano trainare dagli autobus.

Ma non è finita. Infatti l'altra sera, dopo la mezzanotte, una pattuglia notturna aveva appena ultimato un intervento quando nota, poco distante, un ragazzino sullo skate sul marciapiede di via Corridoni: è stato subito fermato e identificato. Avendo solo 15 anni, gli operatori l'hanno accompagnato a casa dai genitori: questi hanno subito compreso la gravità del comportamento del figlio adottando subito dei provvedimenti educativi nei suoi confronti.

Altri tre skater sono stati fermati invece in via Revoltella, davanti alla Caserma San Sebastiano sede della Polizia Locale, il pomeriggio di qualche giorno prima: zigzagavano sul marciapiede tra i pedoni che gli indirizzavano parole poco benevole. Si è proceduto con l'identificazione per poi notificare la sanzione ai genitori.

«Vogliamo sottolineare la pericolosità del mezzo sulla strada o sul marciapiede - aggiunge la Polizia lcoale -: per chi lo conduce ma anche per altri utenti che potrebbero essere colpiti da uno di essi in corsa libera».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Incubo" skate: altri quattro ragazzini fermati dalla Polizia locale

TriestePrima è in caricamento