Ingerisce la droga durante la perquisizione: arrestato

Aveva addosso circa 2000 euro in contanti e diverse tipologie di stupefacenti. A causa dell'ingestione è stato accompagnato all'ospedale di Cattinara per accertamenti, poi è stato arrestato dalla Polizia

Cerca di far sparire la droga gettandola nel canale e poi ingerendola, ma viene comunque arrestato per possesso di stupefacenti. È successo questa notte a un triestino di 50 anni con iniziali M.P., notato dalla Polizia a bordo di un'auto con targa slovena mentre transitava sulle rive.

Alla vista della volante, l’uomo ha cercato di invertire il senso di marcia attirando ancor di più l’attenzione degli operatori, che lo hanno inseguito intimandogli di fermare il mezzo. A bordo anche altre quattro persone, risultate poi estranee ai fatti. Durante le procedure di identificazione M.P., in evidente stato di ebbrezza, ha estratto dalla tasca della giacca un involucro contenente una polvere bianca, tentando di gettarla nel Canal Grande. Bloccato dagli agenti, è comunque riuscito a strappare coi denti il cellophane ingerendo parte della sostanza.

Droga in via Settefontane: arrestato spacciatore 23enne

Dalla perquisizione individuale e sul mezzo sono stati rinvenuti 2,4 grammi di una sostanza reagente alla cocaina, 1080 euro in banconote di vario taglio nelle tasche, 255 euro nel portafoglio e un telefono cellulare nella tasca dei pantaloni. Nella parte posteriore dell’abitacolo, poi, dentro una borsa in carta regalo, sono stati ritrovati quattro sacchetti di plastica trasparente termosaldati, contenenti una sostanza poi risultata positiva alla marijuana, per un peso lordo complessivo di 244,89 grammi. Nella parte anteriore dell’auto, inoltre, c'era un telefono cellulare, mentre nel bagagliaio sono stati trovati 2 grammi netti di sostanza stupefacente di tipo marijuana collocata in un piccolo contenitore giallo. In ultimo, nella tasca laterale anteriore lato guida, sono stati trovati 710 euro in un pacco di sigarette e un bilancino elettronico di precisione in plastica.

A causa dell’ingestione della sostanza, M.P. è stato trasportato all’ospedale di Cattinara e, dopo gli accertamenti sanitari, è stato arrestato e accompagnato nel carcere del Coroneo, a disposizione della Procura della Repubblica. Tutto il materiale rinvenuto, così come l’autovettura, è stato sequestrato ed è stata ritirata a M.P. la patente di guida.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Freschi di stagione o secchi, ecco perché mangiare fichi fa bene alla salute

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Canizie precoce, cause e rimedi per prevenire la comparsa dei capelli bianchi

I più letti della settimana

  • Ragno violino, quali sono i sintomi e come comportarsi nel caso di morso

  • Zalone girerà a Trieste: si cercano 1000 comparse "di tutte le etnie"

  • Cancro al polmone e malattie respiratorie, Trieste tra le città italiane più colpite

  • Esercito in centro, Famulari: "Non sono la miglior accoglienza per una città turistica"

  • Risse e chiasso: licenze sospese a due bar

  • Maxi frode in tutta Europa con sequestri per 80 milioni di euro e 25 arresti, in carcere doganiere triestino

Torna su
TriestePrima è in caricamento